Bce esorta i Governi a essere pronti ad intervenire

La Bce invita i Governi a chiedere l'intervento dei Fondi Salva Stato quando ce ne è necessità.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
La Bce invita i Governi a chiedere l'intervento dei Fondi Salva Stato quando ce ne è necessità.

Il bollettino mensile della Bce conteneva un avvertimento per tutti i Governi: mantenersi all’erta e pronti ad intervenire, vista la debolezza della crescita e l’instabilità dei mercati. “L’ulteriore intensificarsi delle tensioni nei mercati finanziari potrebbe accentuare i rischi al ribasso sia per la crescita che per l’inflazione […] l’espansione economica resta debole nell’area dell’euro, in un contesto di persistenti tensioni nei mercati finanziari e maggiore incertezza che gravano sul clima di fiducia”. Quindi è un sollecito della Bce ai Governi “che devono essere pronti ad attivare l’EFSF/MES nel mercato obbligazionario in caso di circostanze eccezionali nei mercati finanziari e di rischi per la stabilità finanziaria, nel rispetto di condizioni rigorose ed efficaci in conformità con le linee guida stabilite”. Nel contempo però si deve provvedere a risanare i debiti pubblici; la Bce fa sapere che gli spread di questo ultimo periodo sono inaccettabilmente alti e la politica monetaria è ostacolata proprio dalla frammentazione dei mercati finanziari.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Euro