Di Battista a DiMartedì : le armi chimiche in Siria, strage di innocenti. E Gazebo narra di Sherazade

Di Battista parla a DiMartedì delle armi chimiche in Siria e della strage di innocenti. E la trasmissione Gazebo narra di Sherazade mostrando i disegni sulla fuga dalla guerra.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Di Battista parla a DiMartedì delle armi chimiche in Siria e della strage di innocenti. E la trasmissione Gazebo narra di Sherazade mostrando i disegni sulla fuga dalla guerra.

Ieri 4 aprile 2017 l’ospite della prima parte della trasmissione DiMartedì, condotta da Giovanni Floris è stato Alessandro Di Battista che ha parlato del bombardamento delle armi chimiche in Siria a seguito del quale sono morti tantissimi bambini. Anche Gazebo ha parlato del medesimo problema narrando la storia di Sherazade.

Armi chimiche in Siria: strage di innocenti

Almeno sessantacinque innocenti tra cui undici bambini sono morti brutalmente a seguito di un raid aereo avvenuto in Siria e condotto con tutta probabilità con l’uso di gas. La notizia è stata data dall’Osservatorio Nazionale per i diritti umani che ha comunicato che l’attacco è stato condotto nella provincia nord-occidentale di Idlib. La comunità internazionale ha condannato duramente tale attacco tanto che oggi alle ore 10 il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si riunirà per discutere di quanto accaduto.

Frattanto il governo di Damasco ha comunicato di non aver usato armi chimiche in quanto l’esercito siriano non le ha mai usate e mai le userà in quanto non le possiede. Una fonte della sicurezza siriana, poi, ha comunicato che le accuse rivolte a Damasco sono completamente false e fatte da chi sta cercando, tramite i mezzi di comunicazione, di rovesciare l’equilibrio venutosi a creare.

Di Battista a DiMartedì : le armi chimiche in Siria, strage di innocenti

Nella trasmissione DiMartedì di Giovanni Floris, Alessandro Di Battista, leader del Movimento 5 Stelle ha parlato della strage di innocenti e bambini in Siria. Floris ha esordito dicendo che il M5S è stato sempre molto morbido con Assad in Siria per cui ha chiesto a Di Battista se ora il loro giudizio sul dittatore è mutato.

Il leader del Movimento ha risposto che ogni dittatore va destituito in quanto è un nemico pubblico. Secondo Di Battista, però, tali dittatori dovrebbero essere deposti dai governi locali e non dalle bombe straniere in quanto in quest’ultimo modo a rimetterci sono soltanto i civili. Si creano poi dei vuoti di potere nei quali si inseriscono altri terroristi. Di Battista ha poi parlato della Libia e dell’Iraq ed ha comunicato che i dittatori di tali paesi sono stati sì destituiti ma in che modo? Buttando le bombe e uccidendo tantissimi civili.

Gazebo narra di Sherazade

Ieri nella trasmissione Gazebo si è narrata la storia della piccola Sherazade, la bimba siriana di soli otto anni che ha raccontato la storia della sua fuga dalla guerra con tanti disegni. La puntata infatti è stata chiusa con una carrellata di immagini tratte dal quaderno della bambina che oggi è conservato come documento di testimonianza in un museo a Lampedusa. La contraddizione sta nel fatto che l’Occidente si indigna per le morti di civili e di bambini, ma poi rifiuta l’accoglienza di chi, da quelle morti atroci, tenta di fuggire. Ecco le immagini.

Leggi anche: Vertice USA-Cina, perché Trump domani non può sbagliare.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Emergenza profughi, Politica