Banche Venete, azionisti truffati: incontro tra Federconsumatori e governo, primi segnali positivi

FederConsumatori ha incontrato il governo sulla vicenda degli azionisti truffati nell'intrico che riguarda le Banche Venete. Segnali tiepidamente positivi.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
FederConsumatori ha incontrato il governo sulla vicenda degli azionisti truffati nell'intrico che riguarda le Banche Venete. Segnali tiepidamente positivi.

Riportiamo un comunicato stampa che ci viene direttamente da Federconsumatori, una delle associazioni che maggiormente si sta battendo per i diritti degli azionisti truffati nell’affaire Banche Venete. Si tratta di un primo incontro interlocutorio con il governo, che si è detto disposto a discutere, pur rinviando il ‘merito’ al periodo post-feriale. Tiepidi segnali positivi.

Ecco il comunicato stampa.

Banche venete: Federconsumatori incontra Baretta. Obiettivo risarcimento azionisti truffati. A settembre riprende il confronto tra il Governo e le Associazioni più rappresentative.

Si è tenuto oggi un importante incontro tra la Presidenza Nazionale della Federconsumatori e il Sottosegretario On. Pierpaolo Baretta sulle banche venete. Nel corso dell’incontro Federconsumatori ha chiesto che il Governo si faccia carico di dare risposte concrete agli azionisti truffati da BPVI e Veneto Banca e che, contestualmente, venga istituito un fondo per affrontare i casi più clamorosi di quanti si sono trovati in uno stato di profonda indigenza a causa di operazioni bancarie truffaldine.
Inoltre Federconsumatori ha avanzato la proposta di assumere le linee giuda sull’arbitrato ANAC per le 4 banche (Etruria, CariFe, Banca Marche e CariChieti) per dirimere il contenzioso tra i truffati e gli istituti bancari veneti interessati. Il Sottosegretario ha preso atto e manifestati interesse verso le proposte avanzate da Federconsumatori Nazionale e si è impegnato a convocare per i primi di settembre un incontro con le Associazioni dei Consumatori più rappresentative nei territori interessati, per tentare di giungere ad un accordo che salvaguardi i risparmiatori truffati.
Per parte nostra, pur mantenendo forte la nostra attenzione e iniziativa su una vicenda che ha gravi risvolti anche penali, giudichiamo positivamente la disponibilità del Governo manifestata dal Sottosegretario, anche se una valutazione più compiuta su come dare risposta ai tanti cittadini truffati saremo in grado di effettuarla a conclusione del confronto previsto dopo il periodo feriale.
_______________________________________________________________

Ufficio Stampa
Federconsumatori Nazionale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banche italiane, Crisi delle banche, Crisi economica Italia, Economia Italia

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.