Ballarò, puntata di domenica 17 febbraio 2013: l’ultima settimana di campagna elettorale

Dalle promesse dei politici alle dimissioni del Papa: come cambierà il nostro paese dopo le elezioni?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Dalle promesse dei politici alle dimissioni del Papa: come cambierà il nostro paese dopo le elezioni?

Ieri sera, 17 febbraio 2013, è andato in onda il secondo appuntamento con Ballarò, eccezionalmente di domenica. Ospiti della puntata il leader dell’UDC Pierferdinando Casini, il segretario del PdL Angelino Alfano, il candidato presidente della Lombardia per il centro-sinistra Umberto Ambrosoli, l’economista Marina Brogi, il direttore dell’Espresso Bruno Manfellotto, il direttore di Panorama Giorgio Mulè. Si tratta di un dibattito in studio importante che ha come tema l’ultima settimana di una campagna elettorale, incentrata sulle promesse di riduzioni delle tasse e movimentata da arresti e inchieste

Perché gli imprenditori lasciano l’Italia

Nel suo primo intervento Ambrosoli critica la tendenza degli imprenditori ad andare all’estero. Le statistiche mostrano che la Lombardia sta perdendo competitività rispetto alle economie delle altre regioni europee. Il perché gli imprenditori siano così attratti dall’estero lo scopriremo dopo, con un servizio che paragona la situazione italiana con quella del Lussemburgo.

Il ruolo della magistratura (di sinistra)

A proposito dello scandalo MPS Alfano è convinto che le indagini siano state chiuse proprio in campagna elettorale per rendere protagonista la magistratura. Il segretario del Pdl auspica che anche altrove possa essere applicata la ratio che a Siena ha portato a non pubblicare le intercettazioni Manfellotta fa notare che la magistratura interviene quando la politica si fa da parte, ad esempio nel caso Finmeccanica. Secondo Alfano l’unico modo per porre rimedio agli abusi della magistratura è quello di introdurre la responsabilità civile dei magistrati. Secondo il suo punto di vista infatti la legge italiana è idonea, sono le applicazioni da parte dei magistrati la rendono meno buona. Viaggio in Lussemburgo Un servizio ci porta in Lussemburgo, dove vige il segreto bancario, dove chi ha quattro figli non paga le tasse, dove la benzina costa meno e le tasse sono estremamente più basse (l’Iva è al 3%). Casini auspica un’Europa in cui tutti i Paesi sottostanno alle stesse regole fiscali.

Le dimissioni del Papa a Ballarò

Sul finale va in onda un servizio sulle dimissioni di Benedetto XVI, che Bauman ha commentato come “atto di umiltà”.        

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica