Ballarò, puntata del 26 marzo 2013: aspettando il governo

Le incertezze dell’economia europea e della politica italiana

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Le incertezze dell’economia europea e della politica italiana

Ieri sera, 26 marzo 2013, è andata in onda una nuova puntata di Ballarò. Ospiti in studio da Giovanni Floris sono stati il presidente dei senatori del PD Luigi Zanda, il vicepresidente della Camera dei Deputati Maurizio Lupi del Pdl, il viceministro del lavoro Michel Martone, l’economista Dominick Salvatore, l’economista Lidia Undiemi, il presidente di Rcs libri Paolo Mieli e il vicedirettore di “Repubblica” Massimo Giannini. Dopo la copertina di Maurizio Crozza, nei panni di un Bersani intento a rispolverare l’agendina in cerca di coalizioni, si entra nel vivo del dibattito. E’ una questione di numeri: a Bersani servono 36 voti in Senato.

In piazza per e contro Berlusconi

Si torna a parlare della manifestazione a Roma di sabato scorso. Sono sorte polemiche per l’accordo che Silvio Berlusconi ha preso con il servizio Atac per offrire mezzi pubblici a disposizione dei manifestanti. Si parla anche della molto meno nota manifestazione di Micromega che, proprio lo stesso giorno, si è tenuta contro Berlusconi.

Alleanza Pd-Pdl: i punti di contatto

Bersani continua a corteggiare Grillo ma l’ipotesi di un’intesa con i grillini appare meno realistica. Un cartello ci mostra possibili punti di contatto tra il programma di Pd e Pdl: diminuire i costi della politica e dimezzare il numero dei parlamentari, abolire le province, riforma elettorale, abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti.

Islanda: la democrazia in mano al popolo, e ad un comico

Un servizio ci porta in Islanda, il Paese meno popolato d’Europa. Qui i cittadini, tramite referendum, hanno deciso se pagare o meno il debito delle banche. Non molti sanno che il sindaco della capitale dell’Islanda è un ex comico. Quest’ultimo rivela alle telecamere di Ballarò che un partito del centrosinistra italiano lo ha contattato per chiedergli consigli su come raggiungere  una maggioranza di governo

Comuni in rosso

Una panoramica sui bilanci dei Comuni italiani ci mostra situazioni gravissime: Rieti ha un debito di 90 milioni di euro, a Foggia il Comune non paga gli autobus pubblici dal 2009.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica