Autocertificazione dal 15 marzo a Pasqua: quando va compilata, cosa cambia

Quando bisogna compilare l'autocertificazione dal 15 marzo in zona rossa e arancione.

di , pubblicato il
Autocertificazione dal 15 marzo

Autocertificazione dal 15 marzo in zona arancione e rossa, quando serve? Con le modifiche al Dpcm che saranno valide fino a Pasqua e che hanno messo tutto il paese in zona arancione e rossa per le prossime settimane, in tanti si stanno chiedendo se è necessario scaricare una nuova autocertificazione.

Autocertificazione dal 15 marzo, quando serve compilarla nella zona rossa e arancione scuro

In realtà no. Sul sito del ministero dell’interno si può scaricare il modulo in pdf che è sempre lo stesso.
Dal 15 marzo le regioni gialle sono equiparate a quelle arancioni, per cui per le prossime settimane nessuna sarà nella zona a basso rischio, tranne la Sardegna che trovandosi in zona bianca può ancora godere dei privilegi di questa fascia. Oltretutto ogni regione può emanare restrizioni locali che riguardano comuni e province nel caso in cui ci siano dei focolai, come già sta avvenendo in buona parte del paese.

Dunque, quando bisogna usare l’autocertificazione?

In zona rossa è vietato uscire dalla propria abitazione tranne che per spostamenti riferiti a lavoro, salute, necessità e studio, oltre che recarsi nelle seconde case. Si legge: “dal 16 gennaio 2021, le disposizioni in vigore consentono di fare ‘rientro’ alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza prevedere più alcuna limitazione rispetto alle cosiddette ‘seconde case”.
In sostanza per spostarsi nelle zone arancione scuro e rosse serve il modulo di autocertificazione per giustificare lo spostamento. Il modulo va compilato anche per uscire di casa dalle 22 alle 5 quando scatta il coprifuoco, uscite che devono sempre riferirsi a motivi certificati. Nelle zone rosse, insomma, serve sempre l’autocertificazione per ogni spostamento fuori dalla propria abitazione, anche per andare a fare la spesa.

Autocertificazione nelle zone arancioni

Nelle zone arancioni, invece, il modulo va compilato solo se ci si sposta dal proprio Comune e dalla Regione. Gli spostamenti tra regioni sono vietati ma ovviamente ci si può spostare per lavoro, salute, studio o necessità verso un’altra Regione.
Nelle zone arancione scuro l’autocertificazione va compilata per giustificare gli spostamenti fuori comune e per andare nelle abitazioni di amici e parenti una volta al giorno.
Una volta scaricato il modulo, questo va compilato in ogni sua parte, tra cui indirizzo di destinazione e di partenza, il motivo dello spostamento e gli altri dati richiesti. Nel caso in cui non fosse possibile stampare il modulo, questo si potrà compilare durante gli eventuali controlli.

Vedi anche: Negozi aperti in zona rossa dal 15 marzo, le attività che non chiudono

[email protected]

Argomenti: ,