Auto diesel sì o no? In arrivo gli incentivi rottamazione che potrebbero cambiare il mercato

Si pensa agli incentivi economici per rottamare le auto diesel da euro 3 in giù ma intanto tiene ancora banco la questione diesel e inquinamento.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Si pensa agli incentivi economici per rottamare le auto diesel da euro 3 in giù ma intanto tiene ancora banco la questione diesel e inquinamento.

La querelle sulle auto diesel, dopo il blocco delle auto in alcune regioni del Nord Italia, continua a tenere banco anche in relazione al futuro delle auto elettriche. Intanto si parla anche di incentivi economici.

Auto diesel sì o no?

Secondo l’associazione dei costruttori europei di automobili (Acea), le auto diesel di ultima generazione emettono basse emissioni inquinanti. Nell’ultimo anno, nel mercato europeo, sono state presentate 270 tipologie di auto diesel omologate in base allo standard Euro 6 tutte con emissioni al di sotto della soglia. Un altro studio dell’International Council on Clean Transportation, però, conferma come le auto diesel rimangano inquinanti. Basandosi su un test effettuato su 370mila modelli commercializzati in alcuni paesi dell’UE, il report mette in luce che i modelli del 2016 erano ancora leggermente fuori dai limiti Ue (0,08 mg di ossidi di azoto), quelli del 2017 meno inquinanti ma sempre fuori dai limiti. Insomma, rimane in voga la tesi secondo cui nel futuro prossimo questo tipo di veicoli saranno appannaggio di automobilisti che percorrono molti chilometri o per mezzi di grossa portata. 

Ti potrebbe interessare anche: Addio auto diesel? Ecco come le auto elettriche invaderanno i mercati e cosa cambierà

Si pensa ad incentivi economici e alla diffusione dell’auto elettrica

Intanto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dichiarato, tramite un’intervista alla rivista l’Automobile, di aver pensato a degli incentivi per la rottamazione di auto Euro 3 e classi inferiori. Il ministro ha parlato di un dialogo con il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli per incentivare la sostituzione delle auto diesel e benzina dall’Euro 3 in giù e ha parlato anche dell’auto elettrica: “Le auto elettriche rappresentano uno dei migliori sostituti alle auto maggiormente inquinanti, fa parte del sistema nuovo di concepire la tutela ambientale e della salute e questo è un tema su cui prometto il mio massimo impegno affinché il Governo si faccia promotore della sua diffusione”. Il focus su questo tipo di auto, insomma, tiene ancora banco anzi si parla di un futuro roseo per i veicoli elettrici che entro il 2025 dovrebbero occupare il 25% del mercato. 

Leggi anche: Auto elettrica, che passione: perché cambierà il mercato grazie ai costi minori e agli incentivi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia