Aumento dell’Iva: a rischio cibi, bevande e bollette più care, cosa potrebbe accadere

Lo spauracchio dell'aumento dell'Iva: in pericolo cibi, bevande e bollette luce e gas ma Salvini rassicura.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Lo spauracchio dell'aumento dell'Iva: in pericolo cibi, bevande e bollette luce e gas ma Salvini rassicura.

Lo spauracchio dell’aumento dell’Iva continua a far discutere. Si era già parlato di una stangata da 480 euro a famiglia ma ora la Coldiretti riporta il discorso anche al pericolo aumento prezzi per i cibi. A rimetterci potrebbero essere anche le bollette, insomma si tratta di una spirale che mette a rischio la ripresa.

Le rassicurazioni di Salvini

Proprio ieri il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha dichiarato “Sicuramente non siamo stati eletti per aumentare l’Iva e le tasse. Il primo provvedimento sarà quello sulla pace fiscale per restituire vita e possibilità di pagare le tasse agli italiani ostaggio di Equitalia. Con i soldi incassati cominceremo da subito a dare risposte a partite Iva, commercianti, artigiani e piccole imprese. E nei prossimi mesi anche alle famiglie.”

Per evitare tale aumento, e di conseguenza il pericolo per le famiglie di vedere rincarati i costi con il conseguente calo dei consumi, dovrebbe essere necessario mettere sul piatto 12,5 miliardi di euro per il 2019 e 19,1 miliardi di euro per il 2020. Secondo uno studio della CGIA se il Governo non riuscisse ad evitare l’aumento dell’Iva le famiglie italiane, nel 2019, subirebbero aumenti medi di 242 euro al Nord, 234 al Centro e 199 al Sud. Tutto ciò porterebbe a perdere 23 miliardi di euro di spesa, circa 885 euro a famiglia.

Aumento dell’Iva e aumento prezzi cibi e bevande

Per quanto riguarda cibi e bevande, si parla di un’aliquota del 10% per carne, pesce, yogurt, uova, riso, miele e zucchero e 22% per vino e birra. Coldiretti, in una nota, ha sottolineato come ”Sarebbe un duro colpo per la spesa in alimenti e bevande che nel 2017, dopo cinque anni di valori negativi, ha invertito la tendenza e ha fatto segnare un balzo record del 3,2%, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ismea”. Non andrebbe meglio per le bollette di luce e gas, anche in questo caso i rincari per le famiglie potrebbero essere significativi come fa sapere il Codacons in una nota: “L’aumento delle aliquote Iva previsto dalle clausole di salvaguardia determinerebbe una stangata anche sulla spesa energetica degli italiani, che complessivamente salirebbe nel 2019 di +506 milioni di euro solo per le bollette luce e gas, ciò significa che la bolletta media di una singola famiglia, considerando le tariffe attuali, aumenterebbe di +14 euro annui per il gas e di +8 euro per la luce, per complessivi +22 euro annui a nucleo”.

Leggi anche: Aumento Iva: ecco quanto costerà alle famiglie italiane la stangata

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana