Attenzione ai Cavalli di Troia Tedeschi – Più “Europa” Potrebbe Significare Più Austerità

Attenzione a cosa significa veramente l'unione fiscale, se si mantengono i vincoli del fiscal compact tanto amato dai Tedeschi: è un Suicidio Macroeconomico Assistito

di Carmen Gallus, curatrice Dall'Estero, pubblicato il
Attenzione a cosa significa veramente l'unione fiscale, se si mantengono i vincoli del fiscal compact tanto amato dai Tedeschi: è un  Suicidio Macroeconomico Assistito

di Marshall Auerback – Come i giornali hanno recentemente messo in evidenza, la Germania si sta lentamente ma inesorabilmente muovendo verso un piano per unire gran parte dei crediti inesigibili dell’Europa in un unico fondo, con l’idea di ripagarli in 25 anni. Il punto chiave è la seconda condizione, perché i bonds sono a scadenza, e quindi questa condizione risulta conforme alle recenti decisioni della Corte costituzionale Tedesca, che ha escluso una cessione definitiva del potere decisionale sul bilancio Tedesco a un’altra entità.

L’aggravarsi della crisi ha portato a uno sforzo radicale per tracciare un nuovo percorso per l’unione, che comprenda l’integrazione di bilancio e la vigilanza bancaria a livello Europeo, ed un più stretto coordinamento delle politiche economiche.

I leaders Tedeschi non hanno fornito dettagli su un potenziale accordo – e non tutti i paesi possono essere disposti a firmare – ma probabilmente significherebbe l’estensione a Bruxelles del potere esecutivo sugli obiettivi di bilancio degli Stati membri e della supervisione sulle loro banche, insieme con un’assicurazione dei depositi in tutta Europa. Va ben oltre quanto previsto per l’Europa, anche soltanto sei mesi fa.

Questa è una buona notizia, giusto? A dire il vero, una qualche forma di unione bancaria è necessaria, e probabilmente deve avvenire quanto prima. Dato il flusso dei depositi in euro che ha già invaso le banche della Germania, un’assicurazione dei depositi nell’area dell’euro potrebbe essere “troppo poco e troppo tardi”, data la crescente fuga dei depositi. Potremmo dover cercare migliaia di miliardi di euro di depositi bancari nei paesi periferici, che attualmente risiedono nelle banche Tedesche. Perché questi depositanti dovrebbero riportare il loro denaro, per esempio, nelle banche Spagnole, in un momento come questo? Per niente di meno che un impegno a garantire infinita liquidità alle banche. I saldi Target2 sottovalutano la portata della fuga dei depositi, dato che la BCE finanzia in qualche modo i crediti verso le banche periferiche e i pronti contro termine della BCE hanno in qualche misura finanziato la fuga dei depositi da queste banche.

Ironia della sorte, per tutte le censure della Germania sul “salvataggio” dell’Europa, se insistono a voler spolpare la periferia già ridotta pelle e ossa, la stessa zona euro potrebbe crollare, e Berlino sarebbe esposta per molti versi anche sui crediti di questi prestatori di ultima istanza. Ancora più importante, questi crediti sarebbero in gran parte inesigibili per la Germania, se crolla l’intero sistema.

Allora c’è bisogno di qualcosa di più grande. Purtroppo, la Germania è costituzionalmente incapace di pensare in termini di ‘infinito’. Inoltre, un’unione bancaria deve affrontare un altro tipo di resistenza da parte delle banche Tedesche: sono terrorizzate che un EBA vero e proprio potrebbe scoprire la verità sui buchi neri al loro interno, in particolare nelle loro Landesbanken.

E c’è la questione del tempo. La corsa agli sportelli sta accelerando. Ci stiamo sempre più avvicinando al punto in cui le banche stanno per esaurire le garanzie necessarie per i prestiti Target2 e ELA. Poi cosa succede? La BCE rinuncerà a tutti i requisiti di garanzia e infrangerà le regole, o agirà in modo burocratico e bastonerà le banche? Ho il sospetto che faranno quello che in questo momento stanno facendo con la Grecia e che accetteranno in garanzia qualsiasi cosa. Ma se tutto ad un tratto arriva un grande “NEIN”, allora qualche grande banca PIIGS non sarà in grado di ottenere finanziamenti per la fuga dei depositi e dovrà sospendere i ritiri di depositi. Che cosa succederà allora?

Per quanto riguarda la proposta dei “saggi” Tedeschi, che ora sta guadagnando consenso politico tra l’élite di governo a Berlino, il diavolo è nei dettagli. Se un nuovo “fiscal compact” sarà parte dell’accordo, si sancirà una impossibilità economica. Lasciando da parte il punto che praticamente nessun paese oggi è compatibile con il Patto di stabilità e crescita dell’UE, i deficit di bilancio sono fenomeni in gran parte “endogeni”, vale a dire che non sono discrezionali. Una crescita più lenta riduce inesorabilmente le entrate fiscali e aumenta le spese sociali (i cosiddetti “stabilizzatori automatici”). E, come ha osservato Yanis Varoufakis :

Se Spagna, Italia, Portogallo, Irlanda, Francia, Grecia, Germania ecc (ossia i paesi con un debito ben superiore al 60% del PIL) dovessero ridurre il loro debito del previsto 5% annuo, ciò significherebbe che tutte queste nazioni dovrebbero passare da un deficit primario medio del 2,8% a qualcosa di simile al 6% di avanzo primario. Supponiamo di poterlo fare (cosa che, ovviamente, non possiamo). Se riuscissimo in questo sforzo, il risultato sarebbe una recessione molto profonda almeno pari al -4,5% in termini di ‘crescita’ media dell’Eurozona. In un periodo in cui una crisi bancaria è in pieno svolgimento, la periferia è in caduta libera, la crescita degli Stati Uniti e della Cina sta rallentando, ecc, costruire una recessione attraverso questa ‘legge’ è l’equivalente macroeconomico del suicidio.

Questa volta, non sono i Greci, ma i Tedeschi, che starebbero introducendo dei cavalli di Troia nella politica economica Europea. E’ cattiva economia e stupida politica, e a differenza del cavallo di Troia originale Greco, potrebbe non portare la “vittoria” a Berlino. Quindi tutti dovrebbero stare attenti ai Tedeschi che portano “doni” economici di questo tipo, compreso lo stesso elettorato della signora Merkel.

Articolo originale: Marshall Auerback: Beware German Trojan Horses – More “Europe” Might Mean More Fiscal Austerity

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: unione bancaria, Visti dall`estero

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.