Asta Tltro, altri 73,8 miliardi dalla BCE alle banche dell’Eurozona

La BCE assegna alle banche dell'Eurozona altri 73,8 miliardi con la quarta asta Tltro.

di , pubblicato il
La BCE assegna alle banche dell'Eurozona altri 73,8 miliardi con  la quarta asta Tltro.

La BCE ha assegnato oggi alla quarta asta Tltro (“Targeted long term refinancing operation”) 73,8 miliardi, ben al di sopra dei 50 miliardi attesi, a 128 banche dell’Eurozona. I finanziamenti hanno durata triennale e dovranno essere rimborsati entro il 26 giugno del 2018. Il tasso applicato è pari allo 0,05% annuo. Alla terza asta di marzo erano stati assegnati 97,8 miliardi, mentre a quella di dicembre 129,84 miliardi e alla prima del settembre scorso 82,6 miliardi. Proprio in seguito al flop delle richieste, la BCE ha incentivato il ricorso alle aste, tagliando i tassi di 10 punti base e portandoli allo stesso livello di quelli di riferimento dell’istituto per le assegnazioni settimanali. A differenza degli oltre mille miliardi erogati tra la fine del 2011  e il febbraio del 2012, le aste Tltro vincolano le banche a utilizzare il denaro ottenuto per sostenere gli investimenti delle imprese. Le stesse richieste sono evase in funzione percentuale massima, rispetto al monte-prestiti di ciascun istituto, al netto dei mutui immobiliari. Se la liquidità non viene impiegata per lo scopo desiderato dalla BCE, ad essa vengono applicati tassi penalizzanti. Resta da vedere quale sarà stata la fetta assegnata alle banche italiane, che nelle prime 3 aste hanno già ottenute oltre 81 miliardi di euro, facendo la parte del leone. E anche alle aste Ltro di 3 anni e mezzo fa avevano ricevuto l’ammontare maggiore stanziato per gli istituti di un singolo paese con 255 miliardi, un quarto del totale, anche se tale liquidità fu utilizzata per lo più per migliorare i bilanci e per acquistare i titoli di stato italiani, oggi detenuti fino a 424 miliardi di euro complessivamente dai 200 miliardi di fine 2011.   APPROFONDISCI – Asta Tltro: prestiti BCE alle banche per 97,8 miliardi, più delle attese, ma non sfondano Crisi delle banche: a febbraio fanno meno prestiti, ma comprano altri 7 mld di BTp        

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: