Assicurazione auto, rivoluzione Idd: cosa cambia per gli automobilisti dal 1 ottobre

L'obiettivo principale della nuova direttiva è di salvaguardare i diritti dei clienti e va a sommarsi alla direttiva MiFID 2.

di Chiara Lanari, pubblicato il
L'obiettivo principale della nuova direttiva è di salvaguardare i diritti dei clienti e va a sommarsi alla direttiva MiFID 2.

Oggi, 1° ottobre, è entrata in vigore ufficialmente la rivoluzione Idd nel mondo assicurativo dell’auto. Cos’è Idd? Come Idd rivoluzionerà il rapporto tra clienti e compagnie? L’assicurazione dell’auto pesa un ruolo determinante nel budget di una famiglia italiana appartenente al ceto medio. Questo non lo scopriamo di certo oggi, dal momento che in passato si sono contate numerose azioni di protesta rivolte contro le compagnie assicurative da parte degli automobilisti. Da oggi però le cose sono destinate a cambiare, in meglio per i clienti delle assicurazioni, almeno sul piano teorico.

Cos’è Idd?

Idd è l’acronimo di Insurance Distribution Directive e rappresenta la nuova direttiva europea sulla distribuzione dei prodotti assicurativi relativi a danni e vita. L’obiettivo principale della nuova direttiva è di salvaguardare i diritti dei clienti e va a sommarsi alla direttiva MiFID 2, la normativa europea che disciplina i servizi di investimento a partire dal mese di gennaio di quest’anno.

Cambio totale di paradigma

Con l’introduzione della Insurance Distribution Directive, l’Europa mira al passaggio “da una logica prodotto centrica a una cliente centrica”, come sottolineato da Vittorio Verdone (UnipolSai). Di conseguenza, cambierà anche l’approccio degli intermediari assicurativi, i quali dovranno interessarsi più alla “comprensione del bisogno rispetto al prodotto” (Stella Aiello, responsabile del servizio Distribuzione dell’Ania, Associazione nazionale imprese assicuratrici).

Come cambia il rapporto clienti – assicurazioni

Sulla carta, il rapporto clienti – assicurazioni subirà una modifica sostanziale. D’ora in avanti, gli automobilisti riceveranno proposte pensate appositamente per la loro situazione economica, dettate dai loro reali bisogni. Ciò è l’effetto del cambio di paradigma di cui si parlava prima: non più il prodotto assicurativo al centro di tutto, bensì il cliente con le sue esigenze. A seguito dell’arrivo della direttiva Idd, le compagnie assicurative tenderanno a seguire lo stesso percorso intrapreso da diverso tempo da altri istituti come banche, broker, intermediari finanziari e le stesse Poste.

Leggi anche: Rc auto sempre più cara: stop alla sospensione dell’assicurazione, cosa potrebbe cambiare

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia