Assicurazione auto: dal 2 luglio si cambia, le novità

Polizza RCA: arriva il modello standard del Mise. Cosa cambia da luglio.

di , pubblicato il
Polizza RCA: arriva il modello standard del Mise. Cosa cambia da luglio.

Dal prossimo 2 luglio le polizze RCA dovranno presentare tutte le condizioni aggiuntive e clausole accessorie che vanno a concorrere al prezzo finale dell’assicurazione. Lo stabilisce l’ultimo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato il 17 giugno scorso sulla Gazzetta Ufficiale. Si tratta di una piccola rivoluzione, che punta a rendere più trasparenti le offerte proposte dalle compagnie assicuratrici. Molte volte, infatti, può capitare che il prezzo base della RCA obbligatoria per legge sia proposto a condizioni favorevoli, salvo poi lievitare inserendo le clausole aggiuntive.

Polizza RCA: arriva il modello standard

Il MiSE, in collaborazione con l’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni), ha predisposto un modello standard. Tale documento dovrà essere usato dalle compagnie assicurative per presentare la polizza RC Auto ai loro clienti, così da offrire loro tutti gli strumenti necessari per decidere se l’offerta convenga davvero o meno. Il modello previsto dal MiSE indica con precisione quali sono le condizioni aggiuntive e le clausole accessorie, accanto alle quali ciascuna compagnia dovrà poi aggiungere il costo. Il Ministero dello Sviluppo Economico spera in questo modo di assestare il colpo finale a quelle imprese che ancora oggi riescono a vendere polizze RCA false.

Obbligo di formulare l’offerta online

Un’altra novità prevista dal Decreto del 17 giugno scorso del MiSE, che entrerà in vigore dal prossimo 2 luglio, è l’obbligo da parte delle compagnie di assicurazione auto di presentare l’offerta per la polizza RCA anche online. Nel caso dunque di società che non dovessero ancora avere un sito Internet, il Decreto di fatto costringe alla realizzazione di un sito web tramite il quale il potenziale cliente può prendere visione del contratto e di tutte le condizioni.

Sarà poi l’utente a decidere se proseguire con il processo di acquisizione della polizza su Internet oppure recarsi alla sede più vicina alla propria abitazione per sottoscrivere la nuova RC Auto per la sua macchina.

Leggi anche: Apertura frontiere extra Ue dal 1° luglio: lista paesi e come funziona in Italia

[email protected]

Argomenti: ,