Amazon nel futuro: robot da compagnia per tutti

Amazon potrebbe far debuttare nelle case di tutto il mondo Vesta, nome in codice del progetto che ha al centro il cosiddetto robot da compagnia.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Amazon potrebbe far debuttare nelle case di tutto il mondo Vesta, nome in codice del progetto che ha al centro il cosiddetto robot da compagnia.

In questi giorni, Amazon continua a far parlare di sé. L’ultima idea rivoluzionaria, in ordine cronologica, del colosso di Seattle è stata anticipata da Bloomberg, nota azienda d’Oltreoceano operante nel settore dei mass media. Secondo quanto riferito in queste ore, nei prossimi mesi Amazon potrebbe far debuttare nelle case di tutto il mondo Vesta, nome in codice del progetto che ha al centro il cosiddetto robot da compagnia, pensato per accompagnare gli utenti per la casa fornendo loro le prestazioni dell’assistente virtuale Alexa. Se la data del 2019, come presentazione e lancio del prodotto, fosse confermata, Amazon sarebbe la prima società a presentare un robot domestico su scala mondiale.

Amazon: il racconto choc sulle condizioni dei lavoratori, altro che Prime

“Alexa a rotelle”

Il nuovo robot da compagnia di Amazon sta già facendo discutere. In Italia, Wired è stato tra i primi a riportare la notizia. Il collega Lorenzo Longhitano ha definito Vesta come una sorta di “Alexa a rotelle”. Si passerebbe, infatti, da un assistente virtuale attraverso gli attuali altoparlanti Echo a dei veri e propri robot, capaci di garantire aiuti concreti sfruttando la tecnologia di Alexa. Stando ai rumor riportati da Bloomberg, i robot da salotto di Amazon disporrebbero di videocamere studiate appositamente per muoversi all’interno delle abitazioni e di algoritmi in grado di riconoscere i dintorni.

Un nuovo business per il colosso dell’e-commerce?

Come detto nel paragrafo introduttivo, il lancio dovrebbe avvenire entro il prossimo anno, nel 2019. A fine 2018, invece, potrebbe esserci verosimilmente un primo test all’interno delle case delle persone che compongono lo staff di Amazon, così da definire eventuali correzioni e miglioramenti da apportare al progetto Vesta.

Nei giorni scorsi, vi abbiamo proposto l’approfondimento sul rivoluzionario metodo di consegna dei pacchi che Amazon sta introducendo negli Stati Uniti, dove le persone riceveranno il proprio prodotto non più a casa ma direttamente all’interno del bagagliaio della macchina. Al momento, l’esperimento è previsto in 7 Paesi americani e su determinati modelli d’auto.

Leggi anche: Rivoluzione Amazon: i pacchi arriveranno dentro il bagagliaio dell’auto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Economia USA

I commenti sono chiusi.