Amazon Go: 3mila negozi senza casse entro 2021, come funziona e cosa si potrà acquistare

Amazon continua a puntare all’innovazione: spesa senza code e dall'app, cosa cambierà con Amazon GO.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Amazon continua a puntare all’innovazione: spesa senza code e dall'app, cosa cambierà con Amazon GO.

Amazon sempre al centro della scena. Il colosso di Seattle, che di recente ha fatto parlare di sé per via delle recensioni negative cancellate da parte di alcuni dipendenti in cambio di tangenti, torna nel mirino del commissario europeo per la concorrenza. Stavolta il gigante dell’e-commerce, si troverebbe al centro di un’indagine poichè userebbe i dati dei venditori terzi per proporre prezzi più competitivi. Insomma, pratiche commerciali scorrette.

Amazon usa i venditori terzi?

Amazon, secondo le indagini avviate dal commissario europeo per la concorrenza, Margrethe Vestager, userebbe i dati dei venditori che operano nel suo portale per pianificare delle strategie di vendita e offrire prezzi più bassi. Un ruolo di partner-concorrente che portato la commissione a volerci vedere chiaro. A tal proposito la commissaria ha precisato che “abbiamo inviato molti questioni ai rivenditori per comprendere appieno la situazione. Siamo ancora in una fase preliminare e non abbiamo formalmente aperto un caso”.

In arrivo 3mila negozi senza casse

Nonostante tutto Amazon continua a puntare all’innovazione grazie all’apertura di 3mila nuovi negozi automatizzati. Niente code e spesa facile facile con l’app sembra essere lo slogan. Di recente il colosso americano aveva fatto sapere di aver aperto i primi negozi senza casse; AmazonGo, che entro il 2021 diventeranno 3mila. Si tratta di punti vendita totalmente automatizzati che consentono di fare acquisti utilizzando l’app Amazon, dunque l’account utente che ogni singolo utente possiede, per fare la spesa ed evitare quindi file e soldi in contanti. Bezos sta puntando all’apertura di 10 negozi entro la fine del 2018 e proseguire fino al 2021 arrivando così alla cifra che si è preposto. Il primo Amazon Go risale a fine 2016, quando aprì nella versione beta, seguito lo scorso anno da due negozi a Seattle e uno a Chicago, che ha aperto i battenti poco tempo fa.

Leggi anche: Amazon: dopo il negozio senza cassa arrivano i robot che cancelleranno la figura del lavoratore maratoneta

Cosa si potrà acquistare nei negozi AmazonGo e come funziona

In teoria si potrà acquistare quasi tutto o quasi. Alimentari, bevande, snack, surgelati e cibi pronti. Il funzionamento è piuttosto semplice; si accede tramite l’app di Amazon Go, si acquista e il conto viene automaticamente notificato nell’account. Le intenzioni di Jeff Bezos guardano molto avanti. Secondo Bloomberg, infatti, il ceo di Amazon vorrebbe diversificare i negozi in base alle offerte: alcuni si concentreranno sui cibi da asporto freschi, e i tal senso è chiaro che Bezos mira alla concorrenza con i supermercati e i fast food.

Leggi anche: Amazon, gabbie per dipendenti (ma non è come pensate): il progetto mai nato che avrebbe fatto scalpore

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia USA, Social media e internet