Amazon e Apple sanzionati dall’antitrust per 200 milioni di euro. Ecco cosa è successo

Sia Apple che Amazon hanno dichiarato di voler presentare ricorso contro le multe imposte dall’antitrust italiana.

di , pubblicato il
amazon apple

L’antitrust italiano ha sanzionato i due giganti del tech americano, Apple e Amazon, con una multa complessiva di 200 milioni di euro (225 milioni di dollari). La motivazione è una presunta cooperazione anticoncorrenziale nella vendita di prodotti Apple e Beats sul portale di Amazon.

In particolare, secondo quanto rivelato da Reuters.com, un contratto stipulato nel 2018 tra le due società prevedeva che i prodotti Apple e Beats potevano essere venduti sul sito Amazon soltanto da alcuni rivenditori autorizzati. Quest’accordo, secondo il regolatore, viola le regole dell’Unione europea sulla concorrenza.

Amazon e Apple annunciano il ricorso

Come già detto in apertura, l’antitrust italiano ha imposto delle sanzioni ad Amazon e Apple, rispettivamente, per 68,7 milioni e 134,5 milioni di euro. Inoltre, è stato ordinato alle due società di porre fine alle restrizioni per consentire ai rivenditori di prodotti originali Apple e Beats l’accesso ad Amazon.it in modo non discriminatorio.

Ad ogni modo, sia entrambe le società hanno dichiarato di voler presentare ricorso contro queste sanzioni.

Apple, in risposta a tale vicenda, ha dichiarato quanto segue:

“Per garantire che i nostri clienti acquistino prodotti originali, lavoriamo a stretto contatto con i nostri partner rivenditori e abbiamo team dedicati di esperti in tutto il mondo che lavorano con le forze dell’ordine, le dogane e i commercianti per garantire che vengano venduti solo prodotti Apple originali”.

Amazon, da parte sua, “Respinge le accuse dell’antitrust italiano.

“Grazie all’accordo, i clienti italiani possono trovare sul nostro negozio gli ultimi prodotti Apple e Beats, beneficiando di un catalogo più che raddoppiato, con offerte migliori e spedizioni più veloci”.

 

Articoli correlati

Argomenti: