Altro che stadio, il business del futuro è l’eSport: tassi di crescita al 30% e la serie A già ci fa un pensierino

L'eSport è uno dei settori in maggiore crescita e la serie A inizia già a farci un pensierino: l'analisi della situazione e le prospettive per il futuro.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
L'eSport è uno dei settori in maggiore crescita e la serie A inizia già a farci un pensierino: l'analisi della situazione e le prospettive per il futuro.

Sapevate che alcuni Millennials (o anche giovani un po’ più vecchietti) riescono a guadagnare giocando ai propri videogames preferiti? Questo, in parole semplici, il significato di eSports, ma la vera notizia, diffusa da PayPal e SuperData, è che questo business è in fortissima crescita, anzi è uno dei settori che, nei prossimi anni, vivrà praticamente in maniera certa un vero e proprio boom. Gli incassi del 2017, stando all’analisi di Newzoo, arriveranno a circa 700 milioni di dollari, con una crescita del 40% rispetto all’anno precedente, e con previsioni maggiori del 30% fino al 2020.

Qui, Quali sono i 10 calciatori più pagati al mondo? La TOP TEN nasconde un vero mistero.

Tutti interessati agli eSports, il business dei prossimi anni

Manifestazioni di interesse (economico e finanziario) per gli eSports arrivano da moltissime aziende (tutte che non fanno parte del settore e che hanno adocchiato l’affare), parliamo di Telecom, Red Bull, Samsung, Coca Cola, Nike, Adidas, Under Armour, Youporn (sì, avete capito bene, anche quest’ultimko!). In Italia non se ne parla molto, ma abbiamo due campioni di eSports: Ettore “Ettorito97” Giannuzzi che è finito secondo ai mondiali di “Pro Evolution Soccer” e  Daniele “Prinsipe” Paolucci, vincitore della finale regionale di “Fifa17 Ultimate Team Championship”. Queste grandi vittorie hanno fatto sì che ad avvicinarsi a questo mondo e soprattutto a questo business siano anche alcuni club di serie A, come la Sampdoria e la Roma (nel resto d’Europa si sono attivate in tal senso Shalke 04, Paris Saint Germain e Manchester City).

Ecco La classifica dei 20 club calcistici più ricchi al mondo: stupisce l’Italia.

L’eSport in Italia: un business agli inizi ma già in forte crescita

La ricerca di PayPal e SuperData è stata pubblicata pochi giorni fa, proprio in occasione della partnership con i ‘World of Tanks’, le finalissime mondiali ospitate in Russia. In Europa, il business vale 346 milioni di dollari, mentre per l’Italia, che si posiziona al quarto posto nei trend, quest’anno si parla di 12 milioni di dollari, ma con tendenze di crescita molto elevate. Ma qual è l’audience? Si stima che nel 2018 vi saranno quasi 1 milione e mezzo di persone che seguiranno gli eventi live di persona o tramite dispositivi. Si tratta di un mercato giovanissimo e che riguarda il 51% di coloro che hanno tra 18 e 34 anni e ancora maggiore se ragioniamo sui Millennials. Insomma, anche lo sport sta diventando virtuale e gli sponsor stanno già fiutando l’affare.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi economica Italia, Economia Italia, Inchieste Politiche, Politica