Alitalia, Whirlpool e non solo: le 3 crisi aziendali più gravi ancora da risolvere

Mancano 3 giorni all'ultima data utile fissata dalla ArcelorMittal per scongiurare la sospensione dell'attività.

di , pubblicato il
Mancano 3 giorni all'ultima data utile fissata dalla ArcelorMittal per scongiurare la sospensione dell'attività.

La fine dell’esperienza di governo gialloverde ha lasciato senza risposte un esercito di lavoratori. Da Alitalia a Whirlpool, passando per ArcelorMittal, sono solo alcune delle crisi aziendali senza ancora una soluzione. Queste le 3 situazioni più difficili che il nuovo governo giallorosso sarà chiamato a risolvere nel corso delle prossime settimane.

1. Alitalia

L’ex compagnia aerea di bandiera italiana era arrivata a pochi metri dal traguardo. Poco più di un mese fa sembrava essere tutto risolto, con l’ingresso di Atlantia accanto alla compagnia Delta, alle Ferrovie dello Stato e al Ministero delle Economie e delle Finanze. Ora, invece, è stato rimesso tutto in discussione. Come fa sapere un’agenzia AGI, nel mese appena concluso si sarebbe dovuto tenere un incontro negli Stati Uniti tra Delta, Atlantia e Ferrovie dello Stato, riunione però che è saltata. In forse, ora, anche la deadline del 15 settembre, data entro la quale il governo si sarebbe aspettato la presentazione dell’offerta vincolante.

2. Whirlpool

Con il governo gialloverde sembrava esserci stata la definitiva fumata bianca, all’indomani dell’annuncio di Luigi Di Maio di una legge ad hoc per permettere a Whirlpool di accedere a 17 milioni di euro di decontribuzione per i prossimi 15 mesi.  Anche gli operai della Whirlpool avevano salutato con soddisfazione l’imminente risoluzione della crisi aziendale. Il problema però è che quel decreto legge non ha mai visto la luce.

3. ArcelorMittal

Mancano 3 giorni esatti all’ultima data utile (6 settembre) fissata dalla ArcelorMittal per scongiurare la sospensione dell’attività, con 8.200 lavoratori (senza contare l’indotto) che rischiano di perdere il posto di lavoro. Per questo fine settimana la ArcelorMittal chiede la risoluzione della questione relativa all’immunità penale.

Al momento però, vige grande incertezza. Il decreto legge Imprese contiene l’inserimento dell’immunità penale, a patto che l’azienda rispetti il piano ambientale. Il dl è atteso nei prossimi giorni al Quirinale per la firma definitiva, così poi da essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e diventare operativo.

Leggi anche: Pioggia di rincari per bollette, pay tv, rc auto, banche e telefonia: arriva la stangata d’autunno per le famiglie

Argomenti: ,