Alfano nomina Isabella Rauti, moglie di Alemanno, suo consigliere. Raffica di polemiche per la scelta

Isabella Rauti è la nuova consigliera per le le politiche contro la violenza sulle donne. Alfano difende le competenze del neoconsigliere: “l’ho scelta per il suo curriculum”. Lei promette interventi immediati e pugno duro contro il femminicidio ma sul web monta la polemica per quello che viene visto come un "premio di consolazione"

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Isabella Rauti è la nuova consigliera per le le politiche contro la violenza sulle donne. Alfano difende le competenze del neoconsigliere: “l’ho scelta per il suo curriculum”. Lei promette interventi immediati e pugno duro contro il femminicidio ma sul web monta la polemica per quello che viene visto come un

E’ Isabella Rauti, moglie di Gianni Alemanno (ormai ex sindaco di Roma) il consigliere per le politiche contro la violenza sulle donne scelto da Alfano.  Un ruolo molto delicato in un periodo storico in cui la cronaca racconta troppo spesso di casi di femminicidio. Non sono mancate le polemiche per la nomina: facile associare il suo nome a quello del marito e leggere in questa scelta una sorta di “premio di consolazione” per la famiglia Alemanno dopo gli esiti del ballottaggio delle elezioni comunali di Roma con l’investitura di Ignazio Marino. Il ministro in una nota ufficiale ha sottolineato la competenza della donna per l’incarico assunto: “La nomina di Isabella Rauti, individuata per l’alta professionalità e per il costante impegno nel delicato settore, conferma l’attenzione del Governo verso queste gravi problematiche”. Isabella Rauti dal canto suo ha commentato la sua nomina augurandosi una tempestiva “task force interministeriale che metta a sistema le politiche di contrasto e di prevenzione e che permetta di elaborare un piano complessivo efficace”.  

Isabella Rauti non è solo la moglie di Alemanno: il suo impegno contro la violenza e sulle donne e a favore delle pari opportunità

Sfogliando il curriculum  a cui fa riferimento Alfano si scopre che, oltre ad essere moglie (dal 1992) e mamma, Isabella Rauti (figlia peraltro dell’ex segretario del MSI Pino Rauti) è il presidente dell’associazione di volontariato e cittadinanza attiva «Noi X Roma» e della onlus internazionale How (Hands off Women”) per la tutela dei diritti delle donne e contro la violenza di genere. Innegabile il suo impegno a favore dei diritti delle donne: tra gli incarichi istituzionali ricoperti ci sono quello di componente della Commissione nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra uomo e donna della Presidenza del Consiglio; Vicepresidente della Consulta Femminile della Regione Lazio; Consigliera Nazionale di parità al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Capo Dipartimento del Ministero per le Pari Opportunità e Consulente del Ministro per le Pari Opportunità. E’ stata inoltre  Vicepresidente della Consulta Nazionale Femminile della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT). Il suo background di studi include una laurea in Lettere e una in Pedagogia e un Dottorato di Ricerca in Pedagogia. Docente, giornalista e scrittrice.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.