Aiuti all’Italia: da Monti scatto d’orgoglio o nervi tesi?

Monti risponde a muso duro alla ministra austriaca: l'Europa politica è un grande pollaio

di Enzo Lecci, pubblicato il
Monti risponde a muso duro alla ministra austriaca: l'Europa politica è un grande pollaio

L’uscita del ministro delle Finanze Austriaco, Maria Fekter, sulla possibilità che anche l’Italia sia costretta a chiedere aiuti all’Europa, non è andato già a Mario Monti che sfoderando un insolito orgoglio nazionale ha praticamente lasciato intendere che la ministra austriaca è pregata di farsi gli affari propri. Nello specifico un premiar stizzito ha affermato, poco fa, che è completamente inopportuno che un ministro di uno stato dell’Unione Europea fornisca dei commenti sulla situazione di un altro stato dell’Unione. L’Italia quindi ha reagito in modo durissimo alle parole del rappresentate del governo austriaco. La signora Fekter infatti ieri sera, giusto per non far mancare niente ad una giornata terribile, aveva dichiarato che a causa degli alti costi di finanziamento, l’Italia, tra alcuni mesi, si sarebbe potuta trovare nella necessità di chiedere aiuto a qualcuno (la ministra non ha saputo neppure chiarire a chi, limitandosi a dire che un eventuale piano di aiuti a favore dell’Italia sarebbe stato troppo grande per essere sostenuto dalla sola Europa). La dichiarazione della ministra austriaca è giunta in una giornata particolarissima e ha fomentato i rumors in merito alle prossime difficoltà che l’Italia potrebbe avere. Ieri infatti l’azionariato italiano è andato a picco, in quanto è opinione diffusa che la prossima vittima della crisi del debito sovrano possa essere proprio l’Italia. Insomma l’intervista della signora Fekter non ha fatto altro che gettare benzina sul fuoco. A questo punto ci sarebbe da chiedersi se in quest’Europa qualcuno  sia talmente incosciente da non poter evitare di parlare ad ogni costo oppure se le divisioni siano arrivate allo stato di guerra di pianerottolo. Nel caso in cui la risposta fosse la seconda più di unione europea si dovrebbe parlare di pollaio europeo. Parallelamente le parole stizzite di Monti sono da intendere come scatto di orgoglio oppure come la prova di uno sbandamento del governo Monti che sente vicinissimo il burrone? Qualsiasi risposta non cambia la misera qualità dei vertici di quest’Europa malata.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Economie Europa