Airbus-Boeing: la tregua commerciale tra USA e UE è soltanto temporanea

L'Unione europea e gli Usa hanno annunciato la sospensione per i prossimi 5 anni dei dazi legati al contenzioso sui sussidi ad Airbus e Boeing.

di , pubblicato il
dazi, tariffe, commercio

L’Ue e gli Usa hanno appena annunciato un accordo per la sospensione per i prossimi 5 anni dei dazi legati al contenzioso sui sussidi ad Airbus e Boeing.

L’intesa darà alle parti tutto il tempo necessario per trovare un accordo definitivo sul lungo periodo per chiudere definitivamente la disputa.

Dunque, non un vero e proprio cessate il fuoco, ma, piuttosto, una piccola pausa di riflessione di una disputa commerciale iniziata ormai qualche anno fa.

Ad ogni modo, le relazioni commerciali sottostanti, secondo alcuni osservatori, rimangono fragili con molti disaccordi irrisolti.

Via i dazi ma a tempo determinato

Come già detto in apertura, l’Unione europea e gli Usa hanno annunciato la sospensione per i prossimi 5 anni dei dazi legati al contenzioso sui sussidi ad Airbus e Boeing.

Una buona notizia per le due super potenze, ma non certo una soluzione definitiva. Gli Stati Uniti hanno infatti avvertito che potrebbero reimporre le tariffe “se non competeremo più su un piano di parità”.

Il fatto che le due parti non siano riuscite a trovare una soluzione permanente alla disputa sui sussidi agli aerei, dopo mesi di voci ottimistiche da parte di alti funzionari, ha mostrato quanto siano profonde le loro differenze.

Le tensioni sono anche tese perché l’amministrazione Biden si è mossa lentamente per rivedere le tariffe e altre politiche introdotte dall’ex presidente Donald Trump. Inoltre, molti ruoli chiave presso l’ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti sono ancora vacanti, complicando i negoziati.

Accordo commerciale non facile

Al vertice, Washington e Bruxelles hanno anche concordato di discutere i dazi statunitensi sulle importazioni di acciaio e alluminio nell’UE prima della fine dell’anno, ma, per adesso, le prospettive per un accordo sulla revoca delle tariffe sembravano scarse.

I gruppi e i sindacati dell’industria siderurgica statunitense stanno esortando l’amministrazione Biden a mantenere in vigore le tariffe del 25% sull’acciaio e del 10% sull’alluminio imposte tre anni fa sotto Trump.

I dazi statunitensi colpiscono 6,4 miliardi di euro di esportazioni di metalli dell’UE.

La Commissione europea, dal canto suo, il mese scorso ha sospeso per sei mesi il raddoppio dei dazi di ritorsione sulle motociclette Harley-Davidson, whisky e motoscafi.

 

Fonte: reuters.com

 

Articoli correlati

Argomenti: ,