Addio alla Champions, ora il Napoli spera nell’Europa League per gli incassi

Napoli fuori dalla Champions League, non accede agli ottavi, ma disputerà l'Europa League, che pur meno ricca, assicura premi milionari. E le scommesse sorridono ai partenopei.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Napoli fuori dalla Champions League, non accede agli ottavi, ma disputerà l'Europa League, che pur meno ricca, assicura premi milionari. E le scommesse sorridono ai partenopei.

E’ andato tutto storto per il Napoli ieri sera, che ha perso contro il Feyenoord per 2 reti a 1, anche se già da un pezzo la squadra partenopea di Maurizio Sarri aveva perso le speranze di accedere agli ottavi di Champions League. Il risultato era legato, infatti, anche alla contestuale vittoria del Manchester City in trasferta contro lo Shaktar Donetsk, ma gli inglesi sono stati sconfitti anch’essi per 2 reti a 1. Si spegne il sogno di proseguire la propria corsa nella massima competizione calcistica europea, ma grazie al terzo posto nel girone, il Napoli potrà, comunque, accedere ai sedicesimi di Europa League, una coppa forse fin troppo snobbata dai nostri clubs, ma nella scorsa stagione ha sganciato proprio ai partenopei qualcosa come 66 milioni di euro. (Leggi anche: Ottavi Champions League, perché la qualificazione del Napoli fa male a Juve e Roma)

Da quando l’Europa League è stata varata nel 2009/2010, solo una volta l’Italia era riuscita a portare sei squadre nella fase di eliminazione diretta. Era accaduto nel 2014, ma allora in Champions c’era solo la Juve, mentre stavolta abbiamo pure la Roma.

L’addio alla Champions pesa sui conti del Napoli, che con l’accesso agli ottavi avrebbe incassato 6 milioni di euro, mentre adesso si dovrà accontentare dei 500.000 euro per i sedicesimi di Europa League. Se passerà il turno agli ottavi, il premio di partecipazione salirà a 750.000 e diverrà di 1 milione ai quarti e 1,6 milioni in semi-finale. Se, poi, Sarri riuscisse a spingere i suoi ragazzi in finale, porterebbe a casa non meno di 3,5 milioni e alzando la coppa, metterebbe in cascina 6,5 milioni. Dunque, senza contare il “market pool” da 160 milioni complessivamente distribuito tra tutte le federazioni, il Napoli potrebbe al massimo portare a casa 15,71 milioni. Ricordiamo, infatti, che per ogni vittoria verranno presi 360.000 euro e per ogni pareggio 120.000 euro.

Napoli tra i favoriti del calcio scommesse

Al contrario, se il Napoli fosse passato agli ottavi, nella peggiore delle ipotesi avrebbe incassato 46 milioni, nella migliore intorno ai 100 milioni. Ad oggi, i partenopei ne hanno presi 35 milioni, tra 12 per la partecipazione ai turni, 3 per le performance nella prima fase con 2 vittorie e 20 per il “market pool”. Ma il passato è passato e da ora in avanti, il confronto sarà le altre italiane in gara in Europa League, con cui verrà spartita la torta degli incassi con il predetto metodo, ovvero Milan, Lazio e Atalanta.

E almeno sul fronte scommesse, arrivano notizie positive per la squadra di Sarri, perché per 888sport.it, avrebbe più probabilità delle altre italiane di arrivare in finale e vincere. L’evento è dato 1 a 10, mentre Milan e Lazio sono appaiate a 15,00 e l’Atalanta, addirittura, a 25,00. Insieme al Napoli figura con la stessa quota un’altra retrocessa, ovvero il Borussia Dortmund, mentre ritenute più probabili vincitrici sarebbero Arsenal (9,00) e Atletico Madrid (6,00). Se i bookmakers avranno ragione, gli azzurri dovrebbero proseguire la loro corsa e rimediare parzialmente alla brutta serata di ieri. (Leggi anche: Diretta Europa League 2017/2018 streaming)

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia nel pallone

I commenti sono chiusi.