Acquisto mascherine ‘addio’: perché gli italiani non le comprano più

Da 100 giorni gli acquisti di mascherine e gel igienizzanti sono letteralmente calati ma la guardia non va abbassata.

di , pubblicato il
Da 100 giorni gli acquisti di mascherine e gel igienizzanti sono letteralmente calati ma la guardia non va abbassata.

Sembra finito il boom di acquisti di mascherine e gel igienizzanti che hanno caratterizzato i mesi scorsi. Da marzo, quando è iniziato il lockdown fino a giugno, gli italiani hanno continuato ad acquistare mascherine e gel dando vita ad un vero e proprio mercato fiorente. Da varie settimane, però, gli acquisti si sono dimezzati e lo si nota anche dal fatto che una buona percentuale non indossa la mascherine o la porta abbassata sul mento. 

Drastico caldo di vendite di mascherine e gel igienizzanti

Secondo i dati, negli ultimi 100 giorni, gli acquisti di gel e mascherine hanno subito un drastico calo, gli italiani hanno abbassato la guardia complice le alte temperature e il calo di contagi avvenuto negli ultimi due mesi ma in questi giorni si sono notati nuovi importanti casi che fanno capire che la guardia non deve essere affatto abbassata. Fino ad aprile inoltrato c’è stata una vera e propria corsa all’acquisto di mascherine, spesso introvabili, con prezzi anche alti e rincarati. In seguito, sembra che gli italiani abbiano iniziato a stancarsi di indossarle e anche se da maggio sono disponibili quelle chirurgiche a 50 centesimi, il boom registrato a inizio lockdown è ormai una chimera. A dirlo i dati di Iqvia – provider globale di informazioni in ambito sanitario e farmaceutico. Nella settimana tra il 6 e 13 aprile, gli italiani hanno speso 5,5 milioni di euro per le mascherine, da quel momento i numeri sono andati in discesa fino al 20 giugno, quando la spesa è giunta a 1,7 milioni e poi una leggera risalita al 20 luglio con 2,271 milioni di euro spesi. Il picco per i gel igienizzanti c’è stato invece il 9 marzo seguito dal punto più basso il 20 luglio.

 

Perché gli italiani non comprano più mascherine

Ma perchè gli italiani hanno smesso di acquistare le mascherine? Da un lato c’è chi sicuramente ha fatto scorte negli ultimi mesi o ha acquistato le mascherine lavabili che si usano tante volte ma nella maggior parte dei casi, dietro a questo calo, c’è una sorta di abbassamento della guardia come ha fatto notare anche Marco Cossolo presidente di Federfarma: “come operatore sanitario sono molto preoccupato, vedendo anche i numeri di risalita dei contagi, che tra l’altro sono relativi a infezioni contratte solo all’inizio dell’estate. Per noi farmacisti è solo una rogna vendere le mascherine su cui guadagniamo non più di 10 centesimi”. Aldilà di ciò si pensava che il mercato delle mascherine potesse diventare molto più fiorente anche nel futuro ma a quanto pare i numeri dei mesi scorsi restano un lontano ricordo. 

Leggi anche: Coronavirus, cosa cambia fino al 31 luglio: voli, mascherine, locali e treni

[email protected]

Argomenti: ,