Abolizione cambio ora legale e solare: che cosa cambierà nel 2019 e quali benefici economici

Nel 2019 i paesi Ue dovranno decidere quale ora tenere. Quali vantaggi economici con l'abolizione del cambio da ora legale a solare?

di Chiara Lanari, pubblicato il
Nel 2019 i paesi Ue dovranno decidere quale ora tenere. Quali vantaggi economici con l'abolizione del cambio da ora legale a solare?

Ora legale o ora solare? La proposta di tenere soltanto una delle due, voluta soprattutto dai paesi del Nord Europa, è in via di definizione e alla fine saranno gli Stati Europei a decidere. Tra luglio e agosto si è svolto un sondaggio a cui hanno risposto più di 4 milioni di persone contrarie, per lo più, all’ora legale. Si tratta dei cittadini dei paesi del Nord Europa, quelli che più risentono degli effetti del cambio ora, poche ore di luce ed effetti negativi.

Cosa cambierà con l’abolizione del cambio dell’ora 2 volte l’anno?

Pochi giorni fa, la commissaria ai Trasporti e responsabile del dossier, Violeta Bulc, ha rilasciato un’intervista a Il Sole 24 ore in cui ha spiegato che cosa accadrà molto presto non più tardi del 2019. La proposta è quella di abolire il cambio dell’ora e lasciare ai paesi membri la volontà di tenere soltanto o l’ora solare adottata ad ottobre o quella legale che si cambia a marzo. Già nel 2019 la riforma potrebbe prendere vita ma la questione risulta ancora controversa.

Da un lato il cambio dell’ora permette di avere più luce durante il giorno e quindi potersi dedicare maggiormente alle attività all’aperto. Dall’altro c’è sempre la questione del risparmio energetico che però ormai appare marginale, anche per l’Italia. Ora si attende la discussione del testo legislativo, che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane. Qualora le trattative vadano a buon fine tra i paesi membri e al Parlamento la palla passerà ai paesi che ad aprile 2019 dovranno scegliere  tra ora legale e ora solare. Ad ottobre 2019 dunque potrebbe avvenire l’ultimo cambio orario. 

L’Italia è uno dei paesi che non ha considerato il sondaggio e non ha ancora preso una posizione sul tema in confronto alla Germania o i paesi del Nord Europa, più vicini alla questione del cambio ora. Per ora sono soltanto sei i paesi che hanno dato parere positivo. La querelle  potrebbe complicarsi solo per paesi frontalieri quali  Francia, Italia, Olanda e Germania che il prossimo anno potrebbero avere orari diversi ma in tal senso si spera nella coordinazione di questi paesi per non creare troppi disagi.

I vantaggi economici con l’abolizione del cambio ora

Quali vantaggi economici ci saranno in sostanza con l’abolizione del cambio ora? Secondo Violeta Bulc in questo modo sarà facilitato il lavoro delle imprese, non bisognerà più cambiare orario nella rete logistica e nei trasporti ma anche la questione salute è in auge; da sempre la questione sugli effetti determinati dal cambio orario nell’uomo è aperta. In tanti confermano sintomi quali stanchezza, problemi del sonno, ansia e spossatezza che hanno conseguenze negative anche sul lavoro.

Leggi anche: Cambio ora legale e solare addio, orario estivo tutto l’anno? Che cosa cambia e quali vantaggi per i paesi UE

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia Italia, Social media e internet