Unicredit: quotato un certificato cash collect protezione 85% su Vodafone

Unicredit, in data 29/05/2019, ha emesso un certificato cash collect protezione 85% su Vodafone quotato a partire dal 05/06/2019.

0
1580

Unicredit ha emesso, in data 29/05/2019, un certificato cash collect protezione 85% (ISIN: IT0005370959) su Vodafone negoziato a partire dal 05/06/2019. Si tratta di un certificato quotato e negoziato su Euro TLX con scadenza a 5 anni e che prevede il pagamento di cedole semestrali condizionate. Ogni certificato ha  inoltre un prezzo di emissione pari a 1000 € (uguale al valore nominale) e gode di una protezione che assicura che, a scadenza, l’importo di rimborso minimo non sia inferiore a 850 €.

 È prevista infine l’opzione quanto che neutralizza il tasso di cambio.

Vediamo più nel dettaglio.

Meccanismo cedolare

Se ad ogni data di valutazione semestrale prevista per il pagamento dell’importo aggiuntivo condizionato il valore dei chiusura del sottostante è pari o superiore al 100% dello strike l’investitore percepisce un ammontare pari a 18,5 Euro e si attiva l’effetto consolidamento; in caso contrario non viene corrisposto nessun importo.

Grazie all’effetto consolidamento, nel caso in cui alla prima data di valutazione semestrale (successiva all’attivazione del suddetto effetto) il prezzo del sottostante sia superiore al 100% dello strike, il pagamento dei successivi importi da 18,5 euro ciascuno diventa incondizionato.

Scadenza

A scadenza, se il Prezzo di Riferimento del Sottostante è pari o superiore al 100% dello strike, l’investitore percepisce 1000 euro e l’ultimo importo aggiuntivo di 18,50 euro. In caso contrario verrà percepito un importo di rimborso proporzionato alla performance negativa del Sottostante. Vi è tuttavia la garanzia tale per cui non possa essere percepito un importo inferiore a 850 euro, ossia il livello di protezione minimo del capitale investito pari all’85%.

La formula di calcolo della valore di rimborso a scadenza è la seguente:

Prezzo di Emissione x {85% + 100% x [prezzo (Finale)/prezzo (Iniziale) – 85%]}

Esempio di performance negativa a scadenza

Si supponga che lo strike (ossia la rilevazione iniziale del prezzo) di  Vodafone Group PLC sia pari a GBp 142,60. A scadenza si prospettano 4 scenari:

  1. se il prezzo finale è ad esempio di 125,488 Gpb (la performance è negativa del 12%) e non è stato corrisposto nessun importo aggiuntivo condizionato il valore di rimborso è il seguente:                                                                                                                          1.000 Eur x {85% + 100% x [(125,488/142,60) – 85%]} = 880 Eur
  2. se il prezzo finale è ad esempio di 125,488 Gpb (la performance è negativa del 12%) ed è stato corrisposto unimporto aggiuntivo condizionato il valore di rimborso è il seguente:  1.000 Eur x {85% + 100% x [(125,488/142,60) – 85%]} = 880 Eur oltre all’importo aggiuntivo di 18,5 euro
  3. se il prezzo finale è ad esempio di 85,56 Gpb (la performance è negativa del 40%) e non è stato corrisposto nessun importo aggiuntivo condizionato il valore di rimborso è di 850 euro
  4. se il prezzo finale è ad esempio di 85,56 Gpb (la performance è negativa del 40%) ed è stato un importo aggiuntivo condizionato il valore di rimborso è di 850 euro e l’investitore percepisce anche i 18,5 euro.