Unicredit lancia 35 cash collect autocallable con cedole incondizionate fino a dicembre 2019

Unicredit decide di quotare al SeDex (MTF di borsa italiana) dei cash collect certificates con barriere europee e cedole mensili incondizionate (fino alla fine del 2019) su principali titoli azionari italiani e comunitari.

0
170

I nuovi Cash Collect Autocallable permettono all’investitore di percepire cedole mensili incondizionate da Marzo a Dicembre 2019, quale che sia il valore dell’azione sottostante.
La struttura è resa ancor più appetibile grazie alla presenza di barriere di protezione europee (ossia osservate solo alla data di valutazione finale) dal 60% all’80% del valore iniziale Strike, distanti all’emissione fino al 40% dal valore iniziale.

Da Settembre 2019 è prevista la scadenza automatica anticipata, a condizione che alla data di osservazione mensile il valore del sottostante sia maggiore o uguale al valore iniziale; in tal caso il certificato scade anticipatamente rimborsando all’investitore il prezzo di emissione del certificato, di 100 €, in aggiunta alla relativa cedola.

Da Gennaio 2020 possono essere percepite cedole condizionate anche in caso di ribasso del sottostante, a condizione che alla data di valutazione il prezzo dell’azione sia almeno uguale alla barriera.

A scadenza infine il certificato rimborsa l’importo massimo se il corso del sottostante è maggiore od uguale al livello di protezione della barriera. Qualora il prezzo sia inferiore alla barriera il certificate partecipa alla performance negativa del sottostante, replicandone linearmente l’andamento e non dando diritto alla protezione del capitale investito.

Di seguito le principali caratteristiche

Cedole incondizionate: da Marzo a Dicembre 2019, ogni mese vengono corrisposte cedole incondizionate, ossia pagate qualunque sia il livello del sottostante.
Cedole condizionate: alle date di valutazione mensili, da Gennaio a Maggio 2020 il certificato dà la possibilità di percepire ulteriori cedole purché l’azione sia pari o superiore alla Barriera.
Cedole mensili lorde: da 0,35 EUR fino a 1,65 EUR per Certificato, di importo costante nel corso del tempo per ciascun Certificato.
Barriera europea: dal 60% fino all’80% del valore iniziale Strike, distante all’emissione fino al 40%.
Scadenza: 19 giugno 2020.

Sottostanti: Air France-KLM (ISIN: DE000HV43ZQ9), ANIMA Holding(ISIN: DE000HV43ZR7),AXA (ISIN: DE000HV43ZS5), Azimut Holding (ISIN: DE000HV43ZT3; DE000HV43ZU1), Banca Mediolanum (ISIN: DE000HV43ZX5), Banco BPM (ISIN: DE000HV43ZV9), Bayer (ISIN: DE000HV43ZW7), BNP Paribas (ISIN: DE000HV43ZY3), BPER Banca (ISIN: DE000HV44030), Commerzbank (ISIN: DE000HV44006), Daimler (ISIN: DE000HV44014), Deutsche Bank (ISIN: DE000HV44022), Enel (ISIN: DE000HV44048), ENI (ISIN: DE000HV44055), Ferrari (ISIN: DE000HV440G2), Fiat-FCA (ISIN: DE000HV44063), Geox (ISIN: DE000HV44071), Hugo Boss (ISIN: DE000HV43ZZ0 ), Iliad (ISIN: DE000HV44089), Intesa Sanpaolo (ISIN: DE000HV44097; DE000HV440A5), Juventus (ISIN: DE000HV440B3), LVMH (ISIN: DE000HV440C1), Mediobanca (ISIN: DE000HV440D9), Peugeot (ISIN: DE000HV440E7), Prysmian (ISIN: DE000HV440F4), Saipem (ISIN: DE000HV440J6), Société Générale (ISIN: DE000HV440H0), Stmicroelectronics (ISIN: DE000HV440K4), Telecom Italia (ISIN: DE000HV440M0), Tenaris (ISIN: DE000HV440L2), Unione di Banche It.

(ISIN: DE000HV440N8), UnipolSai Assicurazioni (ISIN: ISIN: DE000HV440P3), Vallourec (ISIN: DE000HV440Q1)