Société Generale: emessi 8 cash collect su azioni italiane ed europee

0
381

Société Generale ha emesso, in data 08/04/2019, 8 cash collect su azioni italiane ed europee quotati a partire dal 10/04/2019. Si tratta di certificati quotati e negoziati sul SeDex con scadenze a 2 anni, che prevedono il pagamento di cedole trimestrali condizionate (calcolate in percentuale sul prezzo di emissione) con effetto memoria, barriere europee di protezione del capitale a scadenza e barriere europee per il rimborso automatico anticipato.

Ogni certificato ha inoltre un prezzo di emissione (uguale al valore nominale) di 100 €.

Vediamo più nel dettaglio.

Caratteristiche

Funzionamento

Meccanismo cedolare

Ad ogni data di valutazione trimestrale (05/07/2019, 07/10/2019, 06/01/2020, 06/04/2020, 06/07/2020, 05/10/2020, 05/01/2021, 06/04/2021), se il prodotto non è stato rimborsato anticipatamente si prospettano due scenari:

  1. se il valore del sottostante è pari o superiore all’80% del rispettivo livello iniziale, alla data di pagamento l’investitore percepisce il premio moltiplicato per il numero dei periodi (un periodo equivale a  3 mesi) trascorsi dall’ emissione del prodotto, meno la somma dei premi già pagati; da ciò si evince l’effetto memoria.
  2. nel caso inverso il premio non paga nulla.

Rimborso automatico anticipato

Ad ogni data di valutazione trimestrale (esclusa l’ultima del 06/04/2021), se il valore del sottostante di riferimento è uguale o maggiore al 100% del rispettivo valore iniziale, il prodotto viene rimborsato anticipatamente e l’investitore percepisce l’intero ammontare del valore nominale. In caso contrario la vita del certificato continua.

Scadenza

A scadenza, se il prodotto non si è estinto anticipatamente, si prospettano due scenari:

  1. se il valore del sottostante è pari o superiore al 60% del rispettivo livello iniziale l’investitore percepisce l’ammontare integrale del valore nominale
  2. in caso contrario si partecipa in modo lineare alla performance negativa del sottostante, ricevendo un valore inferiore a 60 €; nello specifico si riceve il valore finale del sottostante (rilevato alla data di valutazione finale, ossia il 6 aprile 2021) in rapporto al valore iniziale, il tutto moltiplicato per il valore nominale di 100 €.