Leonteq: Phoenix Memory Certificate potenziale rendimento annuo del 9%

Leonteq quota sul Cert-X il Phoenix Memory Certificate con potenziale redimento annuo del 9% ed avente come sottostante un basket di 3 titoli: FCA, Leonardo e Telecom Italia.

di , pubblicato il
Leonteq quota sul Cert-X il Phoenix Memory Certificate con potenziale redimento annuo del 9% ed avente come sottostante un basket di 3 titoli: FCA, Leonardo e Telecom Italia.

Il certificato, con scadenza a 3 anni e quotato sul Cert-X (segmento di Euro-TLX) prevede il pagamento mensile di cedole condizionate con effetto memoria e barriere europee (rilevate solo alle date di valutazione mensili); prevede inoltre il rimborso anticipato a determinate condizioni (osservando barriere decrescenti).

Vediamo più nel dettaglio.

Meccanismo cedolare

Se non si verifica il rimborso anticipato, dal 1° al 36° mese, ad ogni data di valutazione l’investitore percepisce una cedola dello 0,75% (su 1000 € di valore nominale) per ogni certificato se ogni sottostante è pari o maggiore al 50% del livello iniziale; nel caso inverso non viene corrisposta alcuna cedola (si tratta quindi di livelli di barriera molto tranquilli dato che, a parte FCA nel 2016, nessuno dei sottostanti ha mai quotato il valore disattivante il flusso cedolare e la protezione del capitale a scadenza ). Tuttavia l’effetto memoria fa si che se alla data di valutazione successiva si verifica la condizione del pagamento, l’investitore, oltre alla cedola del mese in questione, riceverà tutte le cedole precedenti non distribuite; per tale motivo è previsto un rendimento potenziale massimo annuo del 9% (0,75% x 12).

Rimoborso anticipato

A partire dalla 6° data di valutazione mensile (9 Settembre 2019) il certificato scade e viene rimborsato anticipatamente, grazie alla presenza dell’opzione autocallable, se il valore di ogni sottostante è almeno pari alla barriera che prevede un meccanismo step-down. Nel dettaglio tale barriera è posta inizialmente al 100% del livello iniziale dei sottostanti e scende annualmente del 10% dal 7 aprile 2020 fino ad arrivare all’80% nell’anno successivo (aprile 2021). Vi sono quindi 3 step annuali che portano la barriera dal 100% all’80% dei valori iniziali dei sottostanti: 100% del livello iniziale dal 6° al 12° mese; 90% dal 13° mese al 24° mese; 80% dal 25° mese al 35° mese.

Scadenza

Se non si verifica la condizione di rimborso anticipato a scadenza, l’investitore percepisce il valore nominale di ogni certificato (1000 €) più la/le cedola/e se il prezzo di ogni sottostante è pari o superiore al 50% del valore inziale. Nel caso speculare viene percepito un valore inferiore a 500 €; nello specifico il valore del certificato viene ridotto in base al valore finale del sottostante che ha performato peggio (in percentuale rispetto al valore inziale, il tutto moltiplicato per 1000).

Caratteristiche

Emittente: Leonteq

ISIN: CH0461385483

Mercato di quotazione: Cert-X (Segmento di Euro TLX)

Valuta: EUR

Sottostanti/ livelli inziali: FCA (12,94€), Leonardo (8,78€), Telecom Italia (0,55€)

Cedola Condizionata Mensile: 0,75% (max 9% p.a.)

Effetto memoria: si

Data di negoziazione: 08/03/2019

Data di scadenza: 07/03/2022

Data rilevazione livello iniziale: 05/03/2019

Barriera europea cedola mensile: 50%

Rimborso anticipato mensile: a partire dal 6° mese

Barriera europea rimborso anticipato mensile: 100% dal 6° al 12° mese, 90% dal 13° al 24° mese, 80% dal 24° al 35° mese

Barriera europea protezione capitale a scadenza: 50%

Barriera europea cedola condizionata mensile: FCA 6,468€, Leonardo 4,388€, Telecom Italia 0,275€

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.