Ftse Mib: Due top Bonus Doppia Barriera da Monitorare

Selezionati due Top Bonus Doppia Barriera sul Ftse Mib, targati Unicredit da mettere in Watchlist. A seguire gli spunti.

di , pubblicato il

Nel 2019 il Ftse Mib ha segnato un anno da manuale con picchi di volatilità e rispettive correzioni avvenute quasi puntualmente fra maggio e giugno, luglio e agosto, con ulteriori storni di minore intensità avvenuti a ottobre e novembre.

Data ancora la necessità di capire quale sia l’impostazione grafica del nostro listino principale si vogliono inserire in Watch list due top bonus doppia barriera sull’indice.

Entrambi scadono il 18/09/2020 ma sono caratterizzati da differenti livelli di bonus e barriere.

Il primo, DE000HV41MH0, è caratterizzato da: strike a 20853,84 punti; doppia barriera a 16683,072 pt-18768,456 pt a cui corrispondono bonus pari a 103%-110,5%. Il certificato è attualmente acquistabile a circa 107,7€, il che implicherebbe un rendimento negativo sul bonus inferiore. Ci si deve quindi concentrare sulla capacità di tenuta della barriera superiore, che implicherebbe un potenziale rendimento di circa il 2,6% (rendimento annualizzato a circa il 3,68%). Dalle quotazioni attuali (a circa 23.696 punti) la distanza dalla barriera ammonta al 20,8%.

Il Secondo, DE000HV42N76, è caratterizzato da : strike a 18683,27 punti; doppia barriera a 14946,616 pt-16814,943 pt a cui corrispondono bonus pari a 104%-112% ed è attualmente acquistabile a circa 110,35€, il che implicherebbe un rendimento negativo sul bonus inferiore. Anche in tal caso ci si deve concentrare sulla capacità di tenuta della barriera superiore, che corrisponderebbe un rendimento di circa il 1,49% (rendimento annualizzato a circa il 2,11%). Dalle quotazioni attuali (a circa 23.696 punti) la distanza dalla barriera ammonta al 29%.

A seguire l’analisi di scenario fornita dal CedLab sui recenti prezzi battuti, rispettivamente per il primo e per il secondo certificato

A seguire viene invece presentata la visualizzazione del grafico aggiornato al 02/01/2019 con entrambe le barriere up e down (in nero per il primo certificato ed in rosso per) evidenziate da una linea tratteggiata.

La barriera Up per il certificato DE000HV41MH0 sembra essere ben protetta dalla soglia dei 22.000 punti, che incontrerebbe un ulteriore zona di supporto in area 20.000 punti. La barriera Up del certificato DE000HV42N76 è invece posizionata molto al di sotto dei minimi del 2019, che salvo imponenti crolli del mercato non dovrebbe essere raggiunta entro la seconda metà di settembre.

In base a tali considerazioni pare opportuno selezionare e monitorare questi due certificati, i quali ricordiamo essere muniti di barriera europea, ossia attiva solo alla data di osservazione finale. Ciò sostiene il prezzo del certificato, rendendone il delta meno aggressivo (reattivit del prezzo del certificato rispetto a variazioni di prezzo del sottostante) rispetto i fratelli bonus, tradizionalmente caratterizzati da barriere americane. Per un acquisto ottimale si potrebbe aspettare una piccola correzione dell’indice che renderebbe il rendimento più appetibile (anche se il rendimento sul secondo certificato sembra quasi “certo”).

Si potrebbe valutare la possibilità di ripartire una quota di capitale su entrambi i certificati.

Nota Bene: il trading può comportare rischi significativi per il capitale, con perdite che potrebbero in alcuni casi eccedere il capitale iniziale. È pertanto fondamentale assicurarsi di aver compreso tali rischi. Le informazioni presentate in questo sito non sono in alcun modo da intendersi come sollecito all’investimento. Ogni decisione di investimento è sotto la piena ed esclusiva responsabilità del lettore. 

 

 

 

Argomenti: , ,