Banca Imi: 22 Cash Collect Protetti, con premi annui fino all’8,20%

22 Cash Collect protetti targati Banca Imi e negoziati su SeDex, prevedono premi annui condizionati e protezione incondizionata parziale del capitale.

di , pubblicato il
22 Cash Collect protetti targati Banca Imi e negoziati su SeDex, prevedono premi annui condizionati e protezione incondizionata parziale del capitale.

Banca Imi, in data 04/12/2019, ha emesso 22 cash collect protetti su azioni. I certificati sono quotati e negoziati su Sedex e hanno scadenza a 4 anni, prevedono il pagamento di premi annui condizionati e la protezione parziale incondizionata del capitale. Ogni certificato ha un prezzo di emissione (uguale al valore nominale) pari a 100 Euro.

Con questa emissione Banca Imi ha voluto fornire diversificazione sia in termini di sottostanti che di combinazioni di rischio-rendimento sullo stesso sottostante, allungando un po le scadenze per accostare la caratteristica conservativa della protezione parziale incondizionata del capitale.

Vediamo più nel dettaglio.

Punti di forza in sintesi

  • Possibilità di ottenere il pagamento di premi annui condizionati dal 3,25% all’8,20%
  • trigger (livello) premio dall’80% al 100% dei livelli iniziali
  • Barriera protezione capitale (qui chiamato livello di protezione) pari al 90% o all’80% del valore iniziale del sottostante.
  • Protezione incondizionata del capitale pari al 90% o all’80% del valore nominale (a seconda del livello di protezione)

Caratteristiche

Meccanismo cedolare

Se ad ogni data di valutazione annuale (30/11/2020, 30/11/2021, 29/11/2022, 30/11/2023)  il valore di chiusura del sottostante è pari o superiore al trigger del premio, l’investitore percepisce un premio nell’entità dei valori in tabella; in caso contrario non viene corrisposto alcun importo.

Scadenza

Alla data di scadenza si prospettano 2 scenari:

  1. se alla data di valutazione finale (30/11/2023) il prezzo del sottostante è pari o superiore alla barriera  l’investitore riceve il valore nominale di 100 Euro;
  2. se invece il valore del sottostante è inferiore alla barriera il certificato rimborsa l’80% o il 90% valore nominale (ossia 80 o 90 euro)
Argomenti: , , , ,

I commenti sono chiusi.