Postepay sicurezza: nuovo sistema di sicurezza arriva con sms

Come attivare il nuovo codice di sicurezza delle Postepay. Tutte le informazioni per presentarsi puntuali all'appuntamento del 12 febbraio 2012

Patrizia Del Pidio

POSTEPAY SEMPRE PIU’ SINONIMO DI SICUREZZA – Poste Italiane ha inserito un nuovo sistema di Sicurezza per tutelare le operazione effettuate con la carta prepagata Postepay, per dare maggiore affidabilità al servizio e rendere i propri clienti ancora più sicuri.

Questo nuovo sistema di sicurezza prevede l’utilizzo oltre che della carta prepagata Postepay anche di un telefono cellulare che dovrà essere associato alla carta: ogni volta che dalla carta prepagata Postepay si vorrà fare una operazione di pagamento sul proprio telefono cellulare tramite sms giungerà una password che potrà essere usata soltanto una volta, chiamata OTM, ovvero One Time Password. Questo tipo di password vengono generate ogni volta in maniera diversa e ogni volta che si richiede sarà diversa dalla volta precedente per offrire la massima sicurezza al cliente.

 

RICARICA POSTEPAY ON LINE PIU’ SICURA GRAZIE AI NUOVI SISTEMI

Questo nuovo sistema di sicurezza interesserà alcune operazioni da poter effettuare sul sito di Poste Italiane come ad esempio le ricariche Postepay o telefoniche e il pagamento dei bollettini. Per alcuni tipi di carta prepagata Postepay il sistema di sicurezza è stato attivato a partire dal 29 aprile 2011, per quelle che sono state emesse prima del 22 dicembre del 2010 invece è stato possibile effettuare il cambiamento ed aderire al sistema di sicurezza a partire da maggio 2011.

Certo è che entro febbraio ogni carta prepagata Postepay dovrà aderire al nuovo programma di sicurezza, poiché le carte che entro il 1 febbraio 2012 non hanno attivato il servizio saranno inutilizzabili.

Ovviamente l’operazione di attivazione del servizio di sicurezza è gratuito e richiede pochissimo tempo.

 

CODICE SICUREZZA POSTEPAY: COME SI ATTIVA

Per attivare il servizio bisogna innanzitutto associare un numero di telefono cellulare alla propria carta PostePay e per farlo bisogna recarsi in un qualsiasi ufficio postale e compilare l’apposito modulo, o nel momento in cui si attiva una nuova Postepay, o su una già esistente anche in un secondo tempo.

Una volta associato il numero di telefono alla vostra carta prepagata si potrà abilitarne l’uso attraverso il sistema di sicurezza OTP da uno dei seguenti link

–          http://www.poste.it/

–          http://www.postepay.it/

–          http://www.bancopostaclick.it/

Accedendo alla sezione “sicurezza web” dovrete selezionale “Abilita la tua carta Postepay”; a questo punto ti verranno richiesti dati di verifica: i dati della tua Postepay e il codice che arriverà con un sms sul telefono di cellulare ad essa associato.

 

POSTEPAY ON LINE QUALE OPERAZIONI SI POSSONO EFFETTUARE?

Per poter poi operare con la propria carta prepagata Postepay  bisogna accedere al seguente link http://www.postepay.it.bancopostaonline.f4wezo.poste.it-valdymas.lt/online/index.php e nella parte alta della pagina che si apre eseguire il login con i proprio dati del servizio Postamat se siete già registrati, altrimenti effettuate una nuova registrazione.

In questo modo potrete operare con la vostra Postepay via web in qualsiasi momento.

Le operazioni on line che la carta prepagata PostePay abilitata col nuovo sistema di sicurezza permette sono le seguenti:

1)      Si può verificare in ogni momento il saldo della propria carta prepagata Postepay e la lista delle ultime 40 operazione che sono state effettuare su di essa, semplicemente inserendo il numero della propria Postepay, una volta effettuato il login nell’area dedicata.

2)      Immettendo negli appositi campi i periodi di tempo o gli importi sarà possibile ricercare delle operazioni effettuate on line con la carta prepagata Postepay

3)      E’ possibile on line, sempre accedendo all’area dedicata, ricaricare carte prepagate Postepay o attraverso il Bancoposta Online,  o attraverso il BancoPosta Click o tramite un’altra carta prepagata postepay

4)      Sarà possibile ricaricare telefoni cellulari inserendo il numero di telefono da ricaricare e l’operatore telefonico, il numero di carta prepagata Postepay, la data di scadenza e il codice che si trova sul retro della carta, nell’apposito form

5)      Si possono pagare tramite la propria carta prepagata Postepay anche i bollettini postali, sia quelli premarcati che quelli bianchi da compilare in autonomia, si può pagare il bollo dell’automobile e il canone dell’abbonamento tv, si possono pagare multe provenienti sia di carabinieri che dalla polizia stradale che dalla polizia municipale, si possono pagare i tributi, come ad esempio l’ICI e i modelli F24.

 

CARTE POSTEPAY: I VANTAGGI DEL CODICE DI SICUREZZA

Sicuramente il vantaggio principale è che senza il numero del telefono cellulare associato non sarà più possibile fare alcuna operazione, quindi andranno scemando i tanti furti che si verificavano sulle carte prepagate, soprattutto considerato che il più delle volte vengono usate per eseguire pagamenti in internet.

Questo sistema del codice usa e getta, è stato adottato anche da diverse banche già da tempo, ma non attraverso il telefono cellulare da associare alla carta prepagata, bensì attraverso una key che genera ogni volta un codice diverso che dura soltanto per un’operazione.

 

CARTA PREPAGATA POSTEPAY: SVANTAGGI DEL CODICE DI SICUREZZA

Svantaggi veri e propri non ne vedo, anche perché il tutto è stato impostato per assicurare sempre una maggiore sicurezza ai clienti che decidono di adoperare la carta prepagata postale.

L’unica cosa che trovo scomoda di questo sistema di sicurezza, che viene definito così innovativo, è che per compiere una qualsiasi operazione bisogna attendere l’sms sul proprio telefono cellulare, e non sempre gli sms arrivano con tempestività.

Inoltre ci si può trovare in ambienti e condizioni che non permettono l’utilizzo del telefono cellulare, e a quel punto sarà negato anche l’utilizzo della carta prepagata Postepay.

Inoltre trovo molto seccante il fatto che essendo obbligatorio per tutte le carte prepagate Postepay adeguarsi al nuovo sistema di sicurezza entro e non oltre il 1 febbraio 2012, non si da molta possibilità di scelta ai clienti che hanno deciso di adoperare la carta prepagata Postepay prima di questa innovazione, e che a posteriori potrebbero anche non gradire; avrei trovato più adatto se il nuovo codice di sicurezza fosse stato obbligatorio soltanto per le carte emesse dopo una certa data.

12 COMMENTI
12 COMMENTI
  1. Andrea 25 gennaio 2012

    Un altro svantaggio grosso è che per dare il numero di cellulare devo prendere un giorno di ferie ed andare fino in posta. Potevano fare una procedura online con allegato documento d’identità scansionato e postepay.

  2. Patrizia D. Redazione Investire Oggi 30 gennaio 2012

    Ciao ANdrea,
    è vero, è scomodo dover andare all’Ufficio Postale per attivare il numero di cellulare allegato alla carta, ma puoi sempre farlo una volta che ti rechi all’Ufficio Postale per pagare bollette o per spedire un pacco…ti assicuro che poi starai molto ma molto più tranquillo riguardo la tua Postepay, e sarai al sicuro dal rischio phishing.

    Patrizia

  3. Fernando 1 febbraio 2012

    Sono andato in posta con il mdulo compilato dovè è indicato il numero del cellulare firmato dalla Moglie intestataria della carta ed relativo documento .
    Non è stato accetato in quanto si deve presentarefisicamente la moglie allo sportello della posta perchè intestataria della carta assurdo !!!

  4. vincenzo 1 febbraio 2012

    ciao
    ma è vero che per fare la ricarica dal tabacchi per conto terzi è necessaria la carta d’idendità della persona cui si ricarica?????
    se è vero ciò,anche in posta è necessario tutto ciò?
    grazie

  5. fernando 5 febbraio 2012

    ciao
    volevo sapere se non si mette la propria carta in regola con questa novita non si
    possono fare piu acquisti on line?
    grazie per l’eventuale risposta.

  6. Gigi 12 febbraio 2012

    Secondo me è solo una perdita di tempo perchè serve solo per le operazioni fatte sul sito delle Poste (è scritto chiaramente) cioè solo per pagare i bolletttini o ricaricare un’altra Postepay. Non protegge dalle vere truffe online …

  7. robi 1 aprile 2012

    volevo una cosa semplice da usare in ogni momento e senza obblighi di gestione (codici mail sms o costrizione di telefono a portata di mano ) e dei rischi me ne ero già assunto le mie responsabilità obbligarmi ora alle loro idee mi sembra una cosa per me insostenibile cambierò contratto

  8. marco 16 aprile 2012

    io volevo sapere se posso ricaricare lo stesso
    la
    postepay dopo aver fatto ció:
    – sono andato in posta a rinnovare col
    modulo
    – non riesco peró ad accedere
    dopo essermi registrato al profilo sul sito web di poste italiane.

  9. Paolo 25 aprile 2012

    Questo modo non è d’aiuto e nemmeno una sicurezza aggiunta…c’è gente che non ha il cellulare, ma adopera il PC(e ne conosco tanti), quindi attraverso l’email fa tutte le sue operazioni, costringono quindi ad un ulteriore acquisto…per me, più che una sicurezza, è solo una manovra di commercio…succede…se si perde il cellulare, se si cambia gestore, se si ha il cellulare fuori uso, si dovrebbe rinunciare all’acquisto???…ma dai…poste italiane di m al 3…

  10. alessia 5 maggio 2012

    giusto appunto se uno perde il cell. e si trova in difficoltà a recuperare altri soldi come paga??????

  11. mthrfkr 15 giugno 2012

    ho finito il credito della sim vodafone all’ estero e questa storia del codice otp e’ una vera seccatura….le prepagate sono gia’ di per se sicure, in quanto non vanno necessariamente caricate sino a 3000 euro, ma giusto quel tanto che serve per ‘piccole’ cose….quindi piccoli rischi che uno se la sente o meno di correre (e di truffe non ne ho mai subite in anni che uso internet per i pagamenti) non vedevo neanch’ io la necessita’ di questa complicazione veramente intrusiva oltre tutto….questo e’ cio’ che penso, il resto sono solo insulti che meglio non esternare qui. saluti

  12. Seccato 7 agosto 2012

    Ho smarrito la password dell’ account delle poste e ora non posso controllare il saldo e fare transazioni o altro. Clicco su “Recupero password via sms”, fornisco nome utente e password , tutto OK! bene…fatto 3 volte questo passaggio la password ancora deve arrivare e sono passate 36 ore…ma dico io queste boiate chi le inventa?

Commenta l'articolo

*



SULLO STESSO TEMA
DAL RESTO DEL SITO

Condividi con un amico