Domenica 21 Dicembre 2014 , Ore 21:02
 
 

Unico 2012: la rateizzazione delle imposte

Dopo la proroga dei versamenti di Unico 2012, l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 69/2012, indica anche il nuovo piano di rateazione delle imposte che risente ovviamente della proroga

Se è stata disposta la proroga dei versamenti di Unico 2012, effetti si ripercuotono sulla rateizzazione delle somme dovute a titolo di saldo e acconto delle imposte.

 

Con la risoluzione n. 69 di ieri l’Agenzia delle entrate fa il punto degli effetti sul piano di rateazione delle somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte e della cedolare secca dal differimento per il 2012 dei termini per il versamento dovuti dai contribuenti.

 

Unico 2012: proroga versamenti

 Il D.P.C.M. 6 giugno 2012 all’articolo 1 infatti prevede la proroga 2012 dei versamenti delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di Irap e dalla dichiarazione unificata annuale. Risultano così oggetto di proroga tutti i versamenti delle imposte che risultano dalle dichiarazioni dei redditi fissati al 16 giugno 2012,  prorogato al 18 giugno 2012 in quanto il 16 cade di sabato, come ad esempio il versamento dell’imposta su immobili e attività finanziarie detenute all’estero, dell’imposta sulla rivalutazione del valore dei terreni e della cedolare secca. ( Si veda nostro articolo  “Unico 2012: prorogati tutti i versamenti tranne l’Imu”).

 

Agenzia entrate: risoluzione n. 69/2012

 Nella risoluzione di ieri, l’Amministrazione finanziaria sottolinea che la proroga dei versamenti disposta dal D.P.C.M. 6 giugno 2012 incide anche sui versamenti rateali delle somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte sui redditi, nonché sul versamento rateale dell’acconto dell’imposta sostitutiva, operata nella forma della cedolare secca, che segue gli stessi termini di versamento stabiliti per l’imposta sul reddito delle persone fisiche.

 

Versamenti Unico 2012: rateizzazione

 Viene riportato allora in dettaglio il piano di rateazione delle imposte Unico 2012 dovute con la proroga, disposta con il DPCM del 6 giugno 2012, con le scadenze delle singole rate, sia per i non titolari di partita Iva sia per i titolari, come si vede nelle tabelle che seguono.

 

 

 

                           Unico 2012 – NON TITOLARI DI PARTITA IVA

(Contribuenti diversi dalle persone fisiche con esercizio coincidente con l’anno solare non interessati dagli studi di settore)

 

 

 

                                      Versamento 1 rata entro il 18 giugno 2012

 

Rata

Scadenza

Interessi %

Prima

18 giugno

0

Seconda

2 luglio

0,13

Terza

31 luglio

0,46

Quarta

31 agosto

0,79

Quinta

1 ottobre

1,12

Sesta

31 ottobre

1,45

Settima

30 novembre

1,78

 

 

                                   Versamento 1^ rata, con 0,40%, dal 19 giugno al 18 luglio 2012

 

Rata

Scadenza

Interessi %

Prima

18 luglio

0

Seconda

31 luglio

0,13

Terza

31 agosto

0,46

Quart

1 ottobre

0,79

Quinta

31 ottobre

1,12

Sesta

30 novembre

1,45

Settima

====

====

 

 

 

 

                           Unico 2012 – TITOLARI DI PARTITA IVA

(Contribuenti diversi dalle persone fisiche con esercizio coincidente con l’anno solare non interessati dagli studi di settore)

 

 

                    Versamento 1^ rata entro il 16 giugno 2012, che slitta a lunedì 18 giugno

 

 

Rata

Scadenza

Interessi %

Prima

18 giugno

0

Seconda

16 luglio

0,31

Terza

20 agosto

0,64

Quart

17 settembre

0,97

Quinta

16 ottobre

1,30

Sesta

16 novembre

1,63

 

 

                    Versamento 1^ rata con aumento dello 0,40%, dal 19 giugno al 18 luglio

 


Rata

Scadenza

Interessi %

Prima

18 luglio

0

Seconda

20 agosto

0,31

Terza

17 settembre

0,64

Quarta

16 ottobre

0,97

Quinta

16 novembre

1,30

 

Per effetto della proroga prevista dal DPCM si prevede anche che il versamento della prima rata del saldo e dell’acconto delle imposte sui redditi e della cedolare secca, con scadenza del 18 giugno, può essere effettuato entro il 9 luglio 2012, senza alcuna maggiorazione, ovvero dal 10 luglio al 20 agosto 2012, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

 

Versamento cedolare secca

Nella risoluzione n. 69/2012, l’Agenzia delle entrate precisa che il versamento della prima rata del saldo e dell’acconto delle imposte sui redditi e della cedolare secca, con scadenza al 18 giugno, può essere effettuato entro il 9 luglio 2012, senza alcuna maggiorazione, ovvero dal 10 luglio al 20 agosto 2012, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Quando il contribuente sceglie di avvalersi della proroga e rateizza i vesamenti, il piano di rateazione deve essere rideterminato riducendo il numero delle rate, considerando come momento di inizio della rateazione, il termine di versamento prorogato e come fine della rateazione il 30 novembre per i soggetti titolari di partita Iva.

 

 

5 Commenti

5 Commenti



  • # 3