Sabato 25 Ottobre 2014 , Ore 16:01
 
 

Tabella contributo unificato 2013, tutti gli importi

Quanto costa ricorrere alla giustizia in Italia? Ecco la tabella contributo unificato 2013

Tabella contributo unificato. Tutti i nuovi importi del contributo unificato 2013.

 Importi contributo unificato 2013

E’ stata la legge di stabilità 2013 a prevede aumenti dei contributo unificato allo scopo di scoraggiare il ricorso alla giustizia da parte dei cittadini quando il valore della controversia sia piuttosto esiguo. Si ricorda che In linea generale, il contributo unificato si applica per ciascun grado di giudizio nel processo civile, compresa la procedura concorsuale, e di volontaria giurisdizione, e nel processo amministrativo. In seguito alle modifiche introdotte con il decreto legge n. 98/11, la manovra di luglio 2011,  il contributo unificato è stato esteso anche al processo tributario. Esso si versa in base al valore (a scaglioni) della controversia.

Tabella contributo unificato 2013

 Di seguito ecco la tabella con gli importi contributo unificato 2013.

                                                                         

Processo civile ordinario

Valore

1° grado

Impugnazione

Cassazione

Per i processi di valore fino a € 1.100,00

€ 37,00

€ 55,50

€ 74,00

Per i processi di valore superiore a € 1.100,00 e fino a € 5.200,00

€ 85,00

€ 127,50

€ 170,00

Per i processi di valore superiore a € 5.200,00 e fino a € 26.000,00

€ 206,00

€ 309,00

€ 412,00

Per i processi di valore superiore a € 26.000,00 e fino a € 52.000,00

€ 450,00

€ 675,00

€ 900,00

Per i processi di valore superiore a € 52.000,00 e fino a € 260.000,00

€ 660,00

€ 990,00

€ 1.320,00

Per i processi di valore superiore a € 260.000,00 e fino a € 520.000,00

€ 1.056,00

€ 1.584,00

€ 2.112,00

Per i processi di valore superiore a € 520.000,00

€ 1.466,00

€ 2.199,00

€ 2.932,00

 

 

 Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Contributo unificato: quanto costa avviare il ricorso tributario

Ricorsi tributari contributo unificato 2011: ecco la tabella dei costi

 

0 Commenti
 

Commenti