Sabato 25 Ottobre 2014 , Ore 3:30
 
 

Spesometro 2013 e comunicazione beni ai soci, proroga in vista?

Spesometro 2013 e comunicazione beni ai soci oggetto di possibili e ulteriori rinvii da parte dell'Agenzia delle entrate, accogliendo le istanze degli operatori sel settore sulle difficoltà tecniche riscontrate e ancora irrisolte

Si attendono provvedimenti delle Entrate che confermino la doppia proroga

Spesometro 2013 e anche comunicazione dei beni ai soci oggetto probabile di un nuovo, ulteriore, rinvio.

 Comunicazione beni ai soci

Per ciò che riguarda la comunicazione dei beni ai soci, introdotta al fine di contrastare il fenomeno dell’intestazione fittizia dei beni ad un’impresa che poi in verità vengono usati anche a titolo personale da parte dei soci o familiari, per cui i soggetti che esercitano attività di impresa, sia in forma individuale che collettiva, devono comunicare i dati anagrafici dei soci, o dei familiari dell’imprenditore stessi, che hanno ricevuto in godimento beni dell’impresa, nonché effettuano qualsiasi forma di finanziamento o capitalizzazione nei confronti della società concedente.

L’Agenzia delle entrate ha avuto modo di stabilire la proroga al 2 aprile 2013, della scadenza per la prima comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati relativi ai beni in godimento a soci o a familiari dell’imprenditore. È l’imprenditore che deve trasmettere la comunicazione, ma possono provvedervi anche l’azienda che concede il bene o il socio o il familiare che lo ha ricevuto utilizzando i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate. Lo slittamento è stato deciso tenendo conto soprattutto delle particolari difficoltà attuative e della assoluta novità della norma.

 Spesometro 2013

Questo per ciò che riguarda la comunicazione dei beni ai soci. Per ciò che riguarda lo spesometro 2013, si ricorda che questo nasce con  l’art.21 del D.L. 78/2010 il quale prevede l’obbligo per tutti i soggetti passivi IVA di comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le operazioni di importo pari o superiore ad Euro 3.000,00 per le quali sussiste l’obbligo di emissione di fattura e di Euro 3.600,00 per le quali sussiste l’obbligo di corrispettivi, dando così la possibilità all’ Amministrazione Finanziaria di ottenere maggiori e più dettagliate informazioni in riferimento alle singole operazioni effettuate. ( Si vedano i nostri articoli Spesometro rinviato al 3 luglio 2013Spesometro, ultimo giorno per la comunicazione delle operazioni ai fini Iva).

 Proroga spesometro 2013?

Dal 30 aprile 2012 al 31 gennaio  2013, fino al 3 luglio 2013. Sono queste le continue proroghe a cui è sottoposto lo spesometro 2013. Le ultime indiscrezioni parlano di un ulteriore possibile rinvio del termine ultimo di invio dello spesometro, un rinvio questo che sarà con tutta probabilità disposto all’interno di un provvedimento direttoriale della stessa Agenzia delle entrate con cui verranno approvati modello e istruzioni. Un provvedimento che potrà anche modificare la disciplina dello spesometro 2013, accogliendo così le lamentele avanzate dagli operatori del settore.

 Stessa proroga potrà essere decisa per la comunicazione dei beni concessi in utilizzo ai soci. Anche qui i continui e irrisolti problemi applicativi spingono verso un ulteriore slittamento, forse al 30 settembre 2013.

 Aspettiamo notizie ufficiali per entrambi gli adempimenti, comunicazione beni ai soci e spesometro.

 

3 Commenti
 

3 Commenti


    • Sito Web