Sabato 22 Novembre 2014 , Ore 21:04
 
 

Rata Imu, scade oggi la seconda. Cosa fare in caso di mancato pagamento

Seconda rata Imu in scadenza oggi. Ma cosa accade se si omette il versamento?

Scade oggi il 17 settembre 2012 il pagamento della seconda rata Imu

 Rata Imu in scadenza oggi, lunedì 17 settembre 2012. Per i contribuenti che hanno optato per il versamento dell’Imu a rate, in tre in particolare, sull’abitazione principale e le sue pertinenze, scade oggi il versamento della seconda rata.

Rata Imu: oggi il versamento della seconda

L’acconto è pari alla rata di giugno, e cioè a un terzo dell’imposta calcolata applicando l’aliquota di base (0,4%) e la detrazione prevista dalla normativa (200 euro incrementata di 50 euro per ogni figlio convivente di età inferiore ai 26 anni, con una detrazione complessiva massima di 600 euro). Il prossimo 17 dicembre invece, si provvederà al versamento a saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno, con conguaglio sulle precedenti rate, tenendo conto dell’aliquota e della detrazione deliberate dai Comuni.

F24 Imu

Anche per la seconda rata Imu, si potrà usare il modello F24, sia ordinario che semplificato. Nel modello ordinario, nella sezione relativa all’Imu e agli altri tributi locali, va inserito il codice Imu “3912” e nella sezione del modello va barrata la casella «Acc.» (acconto) e vanno indicati inoltre:

-  il codice catastale del Comune di ubicazione degli immobili;

-  il numero degli stessi considerando le pertinenze;

-  il 2012 quale anno di riferimento ed il numero «0202» (rata 2 di 2) nello spazio «rateazione/mese rif.».

Di seguito vi riportiamo proprio il modello F24, sia semplificato che ordinario:

- F24 Imu ordinario

- F24 Imu semplificato

Il contribuente, inoltre, deve indicare la detrazione spettante. Il versamento Imu non va effettuato se l’imposta complessivamente dovuta è inferiore a 12 euro, fermo restando che i Comuni possono variare tale soglia.

Ravvedimento Imu

Ma cosa succede per chi non paga oggi la seconda rata Imu? Generalmente, i contribuenti che per errore o dimenticanza, omettono in tutto o in parte il versamento dell’Imu, rischiano la sanzione del 30%. Ma si può anche sanare la propria posizione irregolare, con l’istituto del ravvedimento operoso, sempre però che la violazione sul mancato pagamento Imu non sia stata constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale conoscenza. Così, per chi non paga oggi, da domani 18 settembre e fino al prossimo 1 ottobre 2012, sempre in relazione alla seconda rata Imu, si potrà usufruire del cd ravvedimento Imu sprint. Ciò significa che entro il 14° giorno successivo alla scadenza, l’omesso versamento della seconda rata Imu, può essere sanato con il pagamento dell’imposta dovuta, insieme agli interessi calcolati al tasso legale del 2,5% annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato, quindi oggi 17 settembre 2012, a quello in cui viene eseguito e della sanzione pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Rata Imu, la seconda scade lunedì 17 settembre

 

0 Commenti
 

Commenti