Pagamento in contanti

Pagamento in contanti, dagli affitti ai professionisti tutte le novità dal 2014

Alessandra Caparello
Aggiornato il 19 Febbraio 2014, ore 16:33
6
COMMENTI
COMMENTA
LA NOTIZIA

Ecco i nuovi divieti al pagamento in contanti che scatteranno dal 1 gennaio 2014 e riguarderanno professionisti e locazioni, con delle differenze

pagamento in contanti Divieto di pagamento in contanti  per gli affitti superiori a 1000 euro e per le parcelle dei professionisti, avvocati, commercialisti, notai ma non subito. Ecco quando

Tracciabilità pagamenti: lotta all’evasione fiscale

L’obiettivo è favorire la tracciabilità dei pagamenti e come tale si estende il divieto di effettuare pagamenti in contanti dal 1 gennaio 2014 anche per affitti sopra i 1000 euro e parcelle di professionisti come avvocati, notai, commercialisti dal 28 marzo 2014.

Obbligo Pos professionisti 2014: quando scatta?

E’ stato un vero e proprio tira e molla delle ultime settimane, l’obbligo del Pos per professionisti dal 1 gennaio 2014. Dopo un’iniziale ritiro, l’obbligo sembra che scatterà ugualmente dal prossimo anno ma con delle limitazioni. Avvocati, commercialisti, notai, ecc saranno obbligati ad accettare pagamenti non più in contanti, ma con Pos, quindi carte di credito, debito, assegni, ecc solo se superiori a 30 euro e solo per quei professionisti che producono un fatturato annuo di 200mila euro almeno per una prima fase fino al 30 giugno 2014.  Si veda anche Pos professionisti, ecco per chi scatta l'obbligoPos professionisti: nessun rinvio, obbligo dal 1 gennaio 2014.

Per le ultime novità si consiglia di leggere il nostro articolo Obbligo Pos professionisti dal 28 marzo 2014. Ecco il decreto ufficiale

Una limitazione contenuta nel decreto dello sviluppo economico all’esame della Banca d’Italia che dovrà dare l’ok definitivo a breve visto che l’obbligo Pos scatta dal 1 gennaio 2014.

Divieto pagamento in contanti affitti e locazione

Pagamenti non più in contanti, ma sempre con bonifici, assegni, carte di credito ecc.. anche per pagare il canone di locazione ma solo se di importo superiore a mille euro. Una novità questa contenuta nella legge di stabilità 2014 che esclude dai pagamenti tracciabili ,a prescindere dall'importo, anche i canoni dovuti per le locazioni di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Il divieto di pagamento in contanti non riguarda inoltre le  locazioni di immobili per uso commerciale, né per l'affitto di box, cantine e posti auto. Pagamenti tacciabili anche gli affitti per i quali non c'è obbligo di registrazione, come gli affitti stagionali. 

Si rinvia al nostro articolo Affitti, pagamento in contanti vietato sopra i 1000 euro

6 COMMENTI
6 COMMENTI
  1. davide70 24 dicembre 2013

    Salve,
    se pago l’affitto (per il periodo 1 semestre 2014) entro il 31 dicembre 2013, lo posso pagare in contanti?. Fa fede la data sulla ricevuta?.
    La sanzione di 3000 euro per il limite del contante vale anche per il pagamento dell’affitto in contanti?.
    Grazie.

    1. Alessandra Caparello 19 febbraio 2014

      le cose sono cambiate se il suo affitto è sotto 999,99 euro può continuare a pagare in contanti

  2. Sonia Cantarella 27 dicembre 2013

    Forse non lo hai capito bisogna ribellarsi a queste cose enonchiedere….sia o stufe di pagare sti mafiosi

  3. ConteRosso 28 dicembre 2013

    veramente una norma illiberale  

  4. Rinaldo DeeJay 28 dicembre 2013

    sanzionami questoooo sanzionami quellooooo, mettetelo in culoooo ai senza cervellooooo

  5. Aik 21 gennaio 2014

    ma secondo voi dopo queste norme il nero aumenterà o calerà?

    non mi sembra che ci vogliano dei geni… mah…