Martedì 21 Ottobre 2014 , Ore 2:10
 
 

Mod Unico 2013, presentazione in scadenza

C'è tempo fino al 30 giugno prossimo per la presentazione del modello Unico 2013, il modello unificato tramite cui si possono presentare più dichiarazioni fiscali da parte del contribuente

Modello Unico 2013 ai nastri di partenza. E’ possibile la presentazione in formato cartaceo fino al 30 giugno prossimo. Vediamo chi è tenuto a presentare il mod Unico.

Modello Unico 2013, di cosa si tratta

Si è aperta ufficialmente la stagione della dichiarazione dei redditi 2013 e con essa anche i termini per la presentazione del modello Unico 2013. Si ricorda che il modello Unico è un modello unificato tramite il quale è possibile presentare più dichiarazioni fiscali da parte delle persone fisiche (Unico PF), enti non commerciali (Unico ENC), società di capitali (Unico SC) e società di persone (Unico SP).

Chi deve presentare il mod Unico 2013

A dover presentare la dichiarazione in forma unificata è tenuto colui che deve presentare sia la dichiarazione dei redditi sia la dichiarazione Iva.

In particolare sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi i contribuenti che:

- hanno conseguito redditi nell’anno 2012 e non rientrano nei casi di esonero elencati nelle precedenti tabelle;

- sono obbligati alla tenuta delle scritture contabili (come, in genere, i titolari di partita IVA), anche nel caso in cui non abbiano conseguito alcun reddito.

In particolare, sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi:

- i lavoratori dipendenti che hanno cambiato datore di lavoro e sono in possesso di più certificazioni di lavoro dipendente o assimilati (CUD 2013 e/o CUD 2012), nel caso in cui l’imposta corrispondente al reddito complessivo superi di oltre euro 10,33 il totale delle ritenute subite;

- i lavoratori dipendenti che direttamente dall’INPS o da altri Enti hanno percepito indennità e somme a titolo di integrazione salariale o ad altro titolo, se erroneamente non sono state effettuate le ritenute o se non ricorrono le condizioni di esonero indicate nelle precedenti tabelle;

- i lavoratori dipendenti a cui il sostituto d’imposta ha riconosciuto deduzioni dal reddito e/o detrazioni d’imposta non spettanti in tutto o in parte (anche se in possesso di un solo CUD 2013 o CUD 2012);

- i lavoratori dipendenti che hanno percepito retribuzioni e/o redditi da privati non obbligati per legge ad effettuare ritenute d’acconto (per esempio collaboratori familiari, autisti e altri addetti alla casa);

- i lavoratori dipendenti ai quali il sostituto d’imposta non ha trattenuto il contributo di solidarietà (art. 2 comma 2 D.L. n. 138/2011);

- i contribuenti che hanno conseguito redditi sui quali l’imposta si applica separatamente (ad esclusione di quelli che non devono essere indicati nella dichiarazione – come le indennità di fine rapporto ed equipollenti, gli emolumenti arretrati, le indennità per la cessazione dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, anche se percepiti in qualità di eredi – quando sono erogati da soggetti che hanno l’obbligo di effettuare le ritenute alla fonte);

- i lavoratori dipendenti e/o percettori di redditi a questi assimilati ai quali non sono state trattenute o non sono state trattenute nella misura dovuta le addizionali comunale e regionale all’IRPEF. In tal caso l’obbligo sussiste solo se l’importo dovuto per ciascuna addizionale supera euro 10,33;

- i contribuenti che hanno conseguito plusvalenze e redditi di capitale da assoggettare ad imposta sostitutiva da indicare nei quadri RT e RM.

Presentazione Unico 2013, le scadenze 

Ttto ciò è opportuno sottolineare anche le scadenze per la presentazione del modello Unico 2013. In particolare, il Modello Unico Persone Fisiche 2013 deve essere presentato entro i termini seguenti:

- dal 2 maggio 2013 al 1° luglio 2013 (il 30 giugno è domenica) se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale;

- entro il 30 settembre 2013 se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati o a cura di un ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate.

 

Di seguito ecco il modello Unico 2013 scaricabile:

Unico 2013 fascicolo 1

Unico 2013 fascicolo 2

Unico 2013 fascicolo 3

 

0 Commenti
 

Commenti