Martedì 29 Luglio 2014 , Ore 2:33
 
 

Mini Aspi, ecco come fare domanda di disoccupazione ridotta

In scadenza il 2 aprile la richiesta di sussidio di disoccupazione a requisiti ridotti, introdotto dalla recente riforma del lavoro Fornero, la legge n. 92/2012. Ecco come fare domanda

Come richiedere il nuovo sussidio di disoccupazione a requisiti ridotti, introdotto dalla riforma Fornero,  entro il prossimo 31 marzo, che ssendo festivo, slitta al 2 aprile.

Sussidio disoccupazione 2013, come cambia

La riforma del lavoro Fornero, la legge n. 92 del 2012, entrata in vigore lo scorso 18 luglio ha introdotto un nuovo sussidio di disoccupazione, l’Aspi  a cui si affianca la mini Aspi. A decorrere dal 1 gennaio 2013, abbiamo così due nuove forme di indennità di disoccupazione, l’Aspi e la  mini Aspi, entrambe destinate a sostituire a tutti gli effetti le attuali prestazioni di disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti normali, disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti ridotti, disoccupazione speciale edile, indennità di mobilità.

Mini Aspi, a chi si rivolge

Per ciò che riguarda la mini Aspi, essa sarà percepita da tutti quei lavoratori con un rapporto di lavoro in forma subordinata come individuati per l’Aspi e che involontariamente abbiano perduto la loro occupazione. Sono destinatari tutti i lavoratori dipendenti, compresi:

- gli apprendisti,

- i soci lavoratori di cooperativa che abbiano stabilito, con la propria adesione o successivamente all’instaurazione del rapporto associativo, un rapporto di lavoro in forma subordinata,

-il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato

I requisiti necessari

 Per poter fruire della nuova indennità di disoccupazione a requisiti ridotti, in vigore dal 1 gennaio 2013,  occorre che il lavoratore possegga i seguenti requisiti:

1- sia in stato di disoccupazione, comprovato dalla presentazione dell’interessato presso il servizio competente (Centro per l’impiego) nel cui ambito territoriale si trovi il domicilio del medesimo. Il lavoratore deve anche rendere una dichiarazione, che attesti l’eventuale attività lavorativa precedentemente svolta, nonché l’immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa,

2- lo stato di disoccupazione deve essere involontario, escludendo, quindi, i lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o di risoluzione consensuale,

3- possibilità di far valere almeno due anni di assicurazione.

Si ha diritto per un numero massimo di settimane non superiore a metà di quelle lavorate ad un’indennità rapportata alla retribuzione percepita nel biennio 2011-2012.

Domanda disoccupazione mini Aspi 

La domanda di disoccupazioni in questione può essere presentata all’Inps, esclusivamente in via telematica, entro il 31 marzo 2013. Ma essendo festivi sia il 31 marzo 2013 che il 1 aprile 2013 l’ultimo giorno utile per la presentazione della domanda, è in base alle vigenti dispositive, il 2 aprile 2013.

 La richiesta può essere effettuata in diverse modalità, ossia:

- tramite il sito dell’Inps accedendo con il Pin,

- tramite il Contact Center dell’Istituto (numero di telefono 803164 gratuito da rete fissa oppure 06164164 da rete mobile a pagamento),

- tramite patronati e intermediari abilitati.

 

Di seguito vi riportiamo il fac simile della domanda:

- Mini Aspi domanda

 

2 Commenti
 

2 Commenti