Mercoledì 22 Ottobre 2014 , Ore 9:32
 
 

Manovra Monti: il calcolo Isee cambia criteri

Il nuovo metodo di calcolo dell'Isee punta a dare maggiore peso agli asset immobiliari

LA MANOVRA MONTI RIVOLUZIONA I CRITERI ALLA BASE DELLA DETERMINAZIONE DELL’ISEE

L’indicatore sintetico del reddito familiare, che è alla base della concessione di diverse agevolazioni, cambia volto, e secondo le intenzioni del nuovo governo dovrà essere la cartina di tornasole per valutare la possibilità di concedere o meno degli aiuti. Oltre un certo reddito scatterà la preclusione alla possibilità di accedere ad una particolare agevolazione, ma le famiglie potrebbero vedersi ampliate le agevolazioni fiscali a cui adesso hanno accesso. Entro il 31 maggio 2012 un decreto della presidenza del consiglio dei ministri emanerà quali sono i nuovi criteri per determinare l’indicatore della situazione economica di reddito equivalente. Il decreto ha natura non regolamentare e sarà affidato al preventivo parere di due commissioni competenti per stabilire la correttezza delle disposizioni. Saranno aggiunti in particolare due indicatori, la ricchezza patrimoniale delle famiglie e le somme percepite in regime di esenzione fiscale.

 

CALCOLO ISEE: SI TERRA’ CONTO DI REDDITO E ASSET IMMOBILIARI

Indicatori che tengano maggiormente conto dei componenti della famiglia – Le modifiche introdotte sono volte a permettere all’indicatore di non indicatore solo la situazione reddituale di un nucleo familiare, ma di tenere conto anche degli asset patrimoniali ( come immobili o titoli finanziari) che se posseduti in una certa quantità potrebbero essere troppi per giustificare particolari esenzioni o agevolazioni. Lo stesso dpcm individuerà anche quelle agevolazioni fiscali o aiuti di natura assistenziale che dal 1° gennaio 2013 non saranno riconosciuti ai contribuenti che hanno un valore di indicatore Isee superiore ad una certa soglia. Il risparmio generato dalla mancata concessione di alcune agevolazioni sarà destinato al fondo per le politiche sociali, con lo scopo di finanziare interventi per le donne, i giovani e le famiglie numerose. Il parametro dell’isee potrà essere usato anche per stabilire a chi concedere particolari agevolazioni  fiscali come ad esempio le spese per le ristrutturazioni o riqualificazione energetica ( recuperabili nella misura del 36 o del 55 per cento).

ISEE NUCLEO FAMILIARE: A RISCHIO AGEVOLAZIONI – Attualmente l’indicatore Isee tiene conto del reddito familiare e del valore del patrimonio mobiliare ed immobiliare ( ridotto di un quinto) e di eventuali casi speciali ( ad esempio  nuclei monoparentali, presenza di soggetti disabili,ecc.). Con la riforma occorrerà tenere in maggiore considerazione le peculiarità delle famiglie numerose  ed elaborare degli indici che siano difficilmente manovrabili ( occorrerebbe infatti avere maggiori riscontri del fatto che dalla comparsa dell’isee,  le autocertificazioni in merito al possesso dei requisiti per usufruire delle agevolazioni, hanno raggiunto quota 7 milioni).

 

SULLA MANOVRA MONTI SI LEGGA ANCHE:

I conti in tasca sulla Manovra Monti: +1137 euro all’anno

Manovra Monti: tassazione auto di lusso, barche e elicotteri

Manovra Monti: Pd beffato da Berlusconi

Manovra Monti: punti cardine e reazioni politiche

 

 

1 Commento
 

1 Commento