Sabato 22 Novembre 2014 , Ore 6:31
 
 

Legge stabilità 2014: service tax, Iva 7% e cuneo fiscale. Tutte le novità

Service tax, taglio al cuneo fiscale, nuova aliquota Iva agevolata al 7/8% fino alle riduzioni Ires e Irap per le imprese virtuose, che assumono e investono. Ecco i punti principali della legge di stabilità 2014, domani al varo del Cdm

Service tax, ma anche cuneo fiscale, riduzioni Ires e Irap, nuova alqiuota Iva agevolata al 7%. Sono questi i capitoli più importanti della prossima legge di stabilità 2014.

Legge stabilità 2014: la service tax

Legge di stabilità 2014, la Finanziaria, ai nastri di partenza con l’arrivo domani al Consiglio dei ministri dove dovrà sciogliersi il nodo sulla nuova service tax, la tassa sulla casa che da gennaio 2014 prenderà il posto di Imu e Tares. Un prelievo iniziale pari a 3/3,5 centesimi per mille o di 30/35 centesimi a metro quadro per ciascun immobile, anche se ancora non è dato sapere se il calcolo dell’imponibile avverrà sulle attuali rendite catastali ovvero sui valori di mercato. E’ questa per il momento l’ipotesi più accreditata per ciò che riguarda la service tax che dovrebbe trovare una disciplina concreta proprio prossima legge di stabilità 2014, così come era stato scritto nel decreto che ha cancellato l’Imu prima casa del Governo Letta.

Service tax: Tari e Tasi

Nella legge di stabilità 2014, il Governo poi dovrebbe confermare le due componenti della service tax, la componente Tari e quella Tasi . La prima pagata anche dagli affittuari e sarà rapportata alla tassa rifiuti e verrà calcolata dai comuni sulla base dei volumi di smaltimento. Per ciò che invece riguarda invece la componente Tasi, questa andrà a coprire il costo dei beni indivisibili, come l’illuminazione, la manutenzione del manto stradale, ecc e potrebbe subire sconti in base al reddito o al numero dei membri della famiglia. La service tax potrà essere versato in quattro rate, la prima con scadenza tra gennaio e marzo e l’ultima a dicembre, ma sarà possibile versare l’imposta in un’unica soluzione e giugno.

Legge stabilità 2014: cuneo fiscale

 Le altre misure che saranno oggetto della legge di stabilità 2014 saranno il cuneo fiscale, quindi il taglio al costo del lavoro con la possibilità di aumentare la busta paga di 250, 300 euro con l’erogazione della tredicesima (si veda il nostro articolo Cuneo fiscale, arriva la mancia in busta paga. Ecco le ultime novità). Ma che ovviamente non porterà benefici a tutti, visto che sono pochi i lavorato che percepiscono la tredicesima mensilità, considerando l’esercito di co co pro, partite Iva e lavoratori assunti con contratti atipici che non hanno mai visto in tutta la loro vita lavorativa la tredicesima. Intenderà fare qualcosa per loro il Governo? O saranno come sempre messi nel dimenticatoio?

Aliquota Iva 7/8%

La legge di stabilità 2014 inoltre potrà prevedere anche l’introduzione di una nuova aliquota Iva agevolata compresa tra il 7 l’8 per cento, in cui far confluire quelle attuali al 4 e al 10% e risolvere così la questione sull’aumento o meno dell’Iva al 22%, già scattato lo scorso 1 ottobre 2013. Infine nuove misure per le imprese con possibili riduzioni Ires e Irap solo per quelle virtuose cioè che investono o assumono. 

 

1 Commento
 

1 Commento