Lunedì 28 Luglio 2014 , Ore 8:17
 
 

Iuc, ecco la nuova tassa sulla casa

Via l'Imu, la Trise e il Tuc, arriva la Iuc, la nuova imposta unica sulla casa nell'emendamento presentato alla legge di stabilità 2014. Ecco di cosa si tratta

Via l’Imu, la Trise, il Tuc, arriva la Iuc, la nuova Imposta unica comunale sulla casa che incorporerà Imu e le due componenti relative a servizi e rifiuti, Tari e Tasi, della service tax.  Questa la novità contenuta nel nuovo emendamento alla legge di stabilità 2014 che oggi dovrebbe vedere l’approvazione.

Iuc, ecco come sarà la nuova tassa sulla casa

Alla fine cambia nome ma la sostanza rimane sempre la stessa. La nuova tassa sulla casa che dal 1 gennaio 2014 deve sostituire l’Imu introdotta dalla manovra salva Italia, si chiamerà Iuc. Nell’emendamento presentato alla legge di stabilità 2014, si legge che la Iuc non troverà applicazione sulla prima casa e avrà un’aliquota massima del 10,6 per mille, come per l’Imu. Nell’emendamento presentato alla legge di stabilità 2014 no ci sarebbero detrazioni come invece sono previste attualmente per l’Imu, ma spetterà ai sindaci stabilire sconti e riduzioni che tengano conto della capacità contributiva e reddituale della famiglia, anche grazie all’applicazione dell’Isee, l’Indicatore della situazione economica equivalente.

Tasi: cosa cambia per la  tassa rifiuti e servizi comunali

Nessuna modifica nell’emendamento presentato invece per ciò che riguarda la componente sui rifiuti e servizi indivisibili comunale, intendendo per tali la pubblica illuminazione, la manutenzione del manto stradale, ecc. le aliquote per la Tasi rimarrebbero all’1 per mille e solo per il 2014 innalzate al 2,5 per mille. Anche per quanto riguarda la Tasi, eventuali sconti e riduzioni per le famiglie in difficoltà economica saranno decise in via obbligatoria dai singoli sindaci, come per le abitazioni con un unico occupante, ovvero abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale, locali diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale, abitazioni occupate da soggetti che risiedano per più di sei mesi all’estero, fabbricati rurali a uso abitativo e infine superfici eccedenti il normale rapporto tra produzione di rifiuti e superficie. 

 

Potrebbe interessarti anche:

Tasi, mini stangata sulla seconda casa. Ecco perchè

Imu prima casa, via la seconda rata e novità per la Tasi

 

1 Commento
 

1 Commento


  • Sito Web