Lunedì 20 Ottobre 2014 , Ore 12:58
 
 

Dichiarazione Imu 2012 in scadenza il 30 settembre

Dichiarazione Imu in scadenza il prossimo 30 settembre, ma ancora il modello di riferimento con le relative istruzioni manca.

In attesa del decreto del Mef, le prime indiscrezioni riguardanti l’obbligo dichiarativo in tema di Imu

Dichiarazione Imu 2012. Ancora il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze che adotta il modello e le relative istruzioni ancora non c’è, ma alcune indiscrezioni sono trapelate, su cosa debba essere oggetto della dichiarazione Imu e cosa no.

Dichiarazione Imu

E’ stato il decreto legge n. 16 del 2012, a stabilire per la dichiarazione Imu 2012, che questa vada presentata entro 90 giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta, utilizzando un apposito modello da approvarsi con decreto del Mef e questo decreto non è ancora arrivato e come tale si possono solo dare indiscrezioni.

Modello dichiarazione Imu assente

Per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012, la dichiarazione Imu deve essere presentata entro il prossimo 30 settembre 2012, ma ancora del modello di riferimento nemmeno l’ombra. Allo stato attuale, tenendo conto delle bozze che circolano in maniera del tutto ufficiosa, si può comunque tracciare un primo quadro su chi è tenuto all’adempimento dichiarativo.

I soggetti tenuti alla dichiarazione

In primo luogo, sembrerebbero tenuti alla presentazione della dichiarazione Imu essenzialmente i contribuenti che erano tenuti alla dichiarazione Ici. In via generale i proprietari di abitazione principale non sono di regola tenuti all’adempimento dichiarativo. La manovra salva Italia che ha introdotto l’Imu ha chiarito che non vi è un obbligo generalizzato di presentare la prima denuncia. Si considerano in tal caso ereditate le dichiarazioni Ici poiché compatibili con la nuova legislazione.

La scadenza del 30 settembre 2012

In linea generale si è disposto che per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1 gennaio 2012, la dichiarazione Imu va presentata entro il 30 settembre. Questa prima scadenza riguarda due fattispecie precise come:

1) il possesso di immobili già esistente al primo gennaio 2012;

2) l’insorgenza di una nuova situazione immobiliare da dichiarare nel corso del 2012.

Cosa dichiarare e cosa no

Nelle bozze alle istruzioni del modello dichiarazione Imu 2012, ancora non ufficializzato, si conferma che l’abitazione principale, di regola, non va dichiarata, perché le informazioni sono tratte dall’anagrafe. Questo vale anche per la maggiorazione della detrazione di 50 euro per ciascun figlio convivente di età non superiore a 26 anni. Unica eccezione riguarda il caso dei coniugi con residenza separata all’interno dello stesso comune. In questo caso si prevede che una sola delle due unità immobiliari può beneficiare delle agevolazioni per l’abitazione principale e come tale va dichiarata l’unità immobiliare che gode di queste agevolazioni. Sempre nelle bozze delle istruzioni al modello di dichiarazione Imu 2012 si conferma che le esenzioni vanno in linea di principio dichiarate. Così vanno sempre dichiarate le case affittate, a differenza delle compravendite di immobili che, sembra, non devono essere dichiarate, poiché transitano dal Mui (modello unico informatico) attraverso il sistema notarile. Oggetto della dichiarazione Imu invece sembrerebbe l’acquisto di aree edificabili. Tutte indiscrezioni queste che però devono trovare conferma o smentita nel modello di dichiarazione Imu che ancora attende la pubblicazione ufficiale.

 Di seguito potete trovare la bozza del modello di dichiarazione Imu:

- Dichiarazione_Imu_bozza

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Dichiarazione Imu: c’è tempo fino al 30 settembre

 

0 Commenti
 

Commenti