Mercoledì 22 Ottobre 2014 , Ore 3:06
 
 

Delibere Imu 2013, ecco le nuove scadenze per i Comuni

Fissato un nuovo calendario per l'invio e approvazione delle delibere Imu da parte dei comuni che si riflettono sul calcolo della prima e seconda rata della tassa sugli immobili

Delibere  Imu dei comuni con cui vengono stabilite le aliquote 2013 oggetto di novità ai sensi del decreto legge n. 35 del 6 aprile 2013, il decreto contenente “Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali”.

Il decreto legge n. 35 2013

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 dello scorso 8 aprile, il decreto legge n. 35 del 2013 sullo sblocco dei pagamenti alle imprese da parte dello Stato, contiene alcune misure importanti in tema di tasse e in particolar modo sulla Tares e sull’Imu.

La nuova Tares 2013

Per ciò che riguarda la Tares, la nuova imposta comunale sui rifiuti e servizi indivisibili comunali, si stabilisce che saranno i comune a stabilirne la scadenza e il numero delle rate. Le prime due rate inoltre saranno conformi a quelle Tarsu o Tia, mentre la terza vedrà l’inserimento della maggiorazione di 30 centesimi a metro quadro.

Novità sull’Imu

Anche sull’Imu, il decreto sblocca pagamenti alle imprese è intervenuto. In primo luogo introducendo una data unica per la scadenza della presentazione della dichiarazione Imu, il 30 giugno ( si veda il nostro articolo..

Delibere Imu 2013 pubblicate on line

Un’altra importante novità che riguarda l’Imu  è quella introdotta in relazione alle delibere Imu e il calcolo della prima rata Imu. Innanzitutto si ricorda che  già da quest’anno le delibere comunali Imu devono essere pubblicate on line, sul sito delle finanze, sezione Federalismo fiscale.

Calendario per l’invio e pubblicazione delle delibere

Il decreto legge n. 35 del 2013 detta poi un nuovo calendario per l’approvazione e pubblicazione di dette delibere comunali sull’Imu. I comuni infatti potranno inviare delibere e regolamenti entro il 9 maggio e gli atti saranno pubblicati on line entro il 16 maggio ovvero entro il 9 novembre e saranno poi pubblicati on line entro il 16 novembre.

Versamento prima rata Imu 2013

A seconda dell’invio e della pubblicazione di queste delibere comunali  cambiano i criteri del calcolo Imu. Se infatti la pubblicazione on line delle delibere Imu avviene entro il 16 maggio, il versamento della prima rata Imu sarà entro il 16 giugno, che quest’anno slitta al 17, perché il 16 cade di domenica. Se le delibere poi non verranno pubblicate entro il termine del 16 maggio, il versamento della prima rata Imu 2013 avverrà in misura pari al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base dell’aliquota Imu e detrazione prevista nell’anno precedente.

Versamento seconda rata Imu 2013

Se invece le delibere dei comuni sono pubblicate entro il 16 novembre, saranno poi usate per il calcolo della seconda rata Imu di dicembre, in cui avverrà il saldo della tassa dovuta per l’intera annualità ed eventuale conguaglio sulla prima rata già versata. Da ultimo nel decreto legge n. 35 del 2013 si prevede che in caso di mancata pubblicazione entro il 16 novembre delle delibere Imu, troveranno applicazione gli atti pubblicati entro il 16 maggio dell’anno di riferimento oppure, in mancanza, quelli adottati per l’anno precedente.

 

3 Commenti
 

3 Commenti