Trimestrale Banco Popolare: crolla l’utile nel primo trimestre

Comunicato stampa Banca Popolare

NOTIZIE SU:  Banco Popolare

Luci e ombre nella trimestrale di Banco Popolare. L’istituto scaligero conferma infatti il suo momento non particolarmente brillante anche a causa di una situazione generale molto difficile. 

  • Il Core Tier 1 ratio sale nel trimestre dal 7,1% al 7,4%
  • La gestione esprime risultati positivi a livello di ogni aggregato:
  • Margine di interesse a 471 milioni: +5,5% rispetto al 31/03/11 e +2,8% rispetto al quarto trimestre 2011;
  • Commissioni nette a 337 milioni: +0,7% rispetto al 31/03/11 e +10,6% rispetto al quarto trimestre 2011;
  • Risultato finanziario al netto dell’impatto conseguente alla variazione del proprio merito creditizio (FVO) a 283 milioni in crescita del 55,4% rispetto al 31/3/11 e del 236,3% rispetto al quarto trimestre 2011 anche grazie agli utili realizzati con l’operazione di buy back dei propri strumenti di capitale;
  • Oneri operativi a 589 milioni in calo dell’1,7% sul 31/03/2011 e dell’1,6% rispetto al quarto trimestre 2011;
  • Dopo aver rilevato rettifiche di valore ed accantonamenti in parte straordinari per un totale di 285 milioni (203 milioni nel primo trimestre 2011) il risultato lordo dell’operatività corrente al netto dell’FVO è pari a 233 milioni ed evidenzia un incremento del 3,8% rapportato al primo trimestre 2011.
  • Utile netto consolidato pari a 103 milioni escludendo l’impatto netto negativo delle variazioni del proprio merito creditizio (-212 milioni)
  • Risultato netto contabile comprensivo delle variazioni del proprio merito creditizio negativo per 109 milioni.

 

Comunicato stampa Banco Popolare-  Nella seduta odierna il Consiglio di Amministrazione del Banco Popolare ha approvato il resoconto intermedio della gestione del Gruppo al 31 marzo 2012. In uno scenario economico ancora negativo, il Banco Popolare ha fatto ulteriori passi avanti nel processo di rafforzamento patrimoniale portando, a fine trimestre, il core Tier 1 ratio al 7,4% rispetto al 7,1% di fine esercizio 2011. Sotto il profilo reddituale la gestione ordinaria ha conseguito risultati positivi a livello di ogni aggregato. Escludendo l’impatto delle variazioni del proprio merito creditizio, il Banco Popolare chiude il trimestre con un utile netto consolidato pari a 103 milioni rispetto ai 138 milioni rappresentanti il dato omogeneo del corrispondente periodo dell’esercizio precedente.

 

Margine di interesse Banco Popolare – Il margine di interesse si attesta a 471,4 milioni ed evidenzia una crescita del 5,5% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Anche il confronto con il margine rilevato nel quarto trimestre 2011 pone in luce una crescita del 2,8%.

L’incremento del margine trova la sua principale origine nell’azione di repricing portata avanti già dal quarto trimestre dello scorso esercizio che ha permesso di migliorare lo spread totale da clientela.

Il risultato delle società partecipate, valutate con il metodo del patrimonio netto, ammonta a 6,9 milioni rispetto ai 9,0 milioni rilevati nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Il contributo positivo al risultato del primo trimestre 2012 deriva principalmente dalle quote partecipative detenute in Avipop Assicurazioni (+5,2 milioni) ed in Popolare Vita (+4,2 milioni), in parte compensato dal risultato pro-quota negativo di Arca Sgr (-2,8 milioni). Il margine finanziario risulta conseguentemente pari a 478,3 milioni in crescita del 5,0% rispetto al primo trimestre 2011 e del 13,1% rispetto al quarto trimestre 2011.

 

Commissioni nette Banco Popolare – Le commissioni nette ammontano a 336,7 milioni in crescita dello 0,7% rispetto ai 334,2 milioni rilevati al 31 marzo 2011 e del 10,6% rispetto alla contribuzione del quarto trimestre 2011. Il dato riferito al primo trimestre 2012 include le commissioni passive di competenza (8,6 milioni) derivanti dall’acquisizione della garanzia dello Stato Italiano su nuove emissioni obbligazionarie per un ammontare pari a 4,7 miliardi utilizzate come sottostante per operazioni di finanziamento con la BCE. La crescita deriva principalmente dall’attività di intermediazione creditizia (+5,7% l’incremento delle commissioni correlate ai crediti concessi e alla tenuta dei conti correnti e depositi) e dalle commissioni derivanti dall’attività di collocamento di prodotti di risparmio (+7,9%).

 

Risultato primo trimestre 2012 Banco Popolare - Il risultato netto finanziario è negativo e pari a 33,9 milioni rispetto ai 67,3 milioni positivi del corrispondente periodo dell’esercizio precedente ed ai 142,2 milioni del quarto trimestre 2011. Nel confrontare tali risultati è tuttavia necessario tenere in evidenza il diverso impatto derivante dalla valutazione a fair value delle passività di propria emissione conseguente alle variazioni del merito creditizio del Banco Popolare (“fair value option”). Nel primo trimestre 2012, a fronte di una positiva variazione del merito creditizio rispetto a fine 2011, è stato rilevato un impatto negativo sul conto economico pari a 316,7 milioni lordi. A tale risultato si contrappongono impatti negativi per 114,6 e positivi per 58,1 milioni lordi registrati rispettivamente nel primo e nel quarto trimestre 2011. Escludendo gli effetti illustrati, il risultato netto finanziario del trimestre risulta positivo per 282,8 milioni rispetto ai 181,9 milioni ed agli 84,1 milioni registrati rispettivamente nel primo e nel quarto trimestre 2011. Il risultato netto finanziario del primo trimestre beneficia delle plusvalenze generate dal riacquisto (buy back) dei propri strumenti di capitale e dalla chiusura anticipata dei derivati collegati per un ammontare complessivo di 109,9 milioni oltre che della parziale ripresa delle quotazioni di mercato rispetto ad inizio anno.

Discuti di Banco Popolare con i trader

 

0 Commenti
 
 

Commenti

Per inviare un commento devi fare il login.