Prysmian: accusata di aver fatto cartello in Australia

Respinto il ricorso presso il Tribunale di Adelaide così ora Prysmian dovrà affrontare il giudizio dell'Antitrust australiana

NOTIZIE SU:  Borsa Milano Prysmian

Prysmian dovrà subire il giudizio dell’Antistrust australiana, accusata di aver fatto cartello insieme a Nexans, Viscas, Exsym e J-Power Systems nel settore della fornitura dei cavi. Lo scrive stamattina Milano Finanza dopo che ieri la stessa Prysmian si era vista respingere il ricorso alla Corte  federale di Adelaide, per evitare così il procedimento giudiziario. Ma i problemi in giro per il mondo non finiscono qui per il gruppo italiano: infatti  esistono indagini su Prysmian da parte della Commissione Europea, de Dipartimento di Giustizia Usa e dell’ Antitrust giapponese. Inoltre esistono procedimenti in corso in Brasile e Canada, così la società leader nella fornitura di cavi ha già accantonato nel bilancio 2011 209 milioni di euro. Ricorda comunque Milano Finanza, che sono stati esclusi dalle indagini Ue i cavi sottomarini e sotterranei ad alto voltaggio.

Discuti di Prysmian SpA con i trader

 

0 Commenti
 

Commenti

Per inviare un commento devi fare il login.