Giovedì 27 Novembre 2014 , Ore 4:12
 
 

Economia Europa

Notizie, approfondimenti ed opinioni su Economia Europa

La BCE pronta ad

La BCE pronta ad acquistare titoli di stato, ma Constancio rinvia gli stimoli al 2015

La BCE potrebbe acquistare i titoli di stato dell'Eurozona nei prossimi mesi, secondo il vice-governatore Vitor Constancio. Anche se i vertici si schierano per il varo di nuovi stimoli, resta la forte opposizione interna al board, guidata dalla tedesca Bundesbank.

Petrolio, fallito l'incontro tra OPEC e Russia sul taglio alla produzione. Quotazioni volatili?

Petrolio, fallito l'incontro tra Il pre-vertice tra alcuni membri dell'OPEC e la Russia è fallito. Adesso, si attende la decisione di domani dell'Organizzazione, ma anche se si andasse verso un taglio della produzione, potrebbe non essere sufficiente.

Stimoli BCE, in tanti frenano Draghi. Ma l'OCSE: Eurozona a rischio deflazione e recessione

Stimoli BCE, in tanti Tre governatori e membri del board della BCE hanno posto un freno al varo di nuovi stimoli monetari. Intanto, l'OCSE avverte che l'Eurozona potrebbe scivolare verso una nuova recessione e la deflazione.

OPEC, 3 paesi esentati dal taglio della produzione di petrolio. Ecco chi sono e perché

OPEC, 3 paesi esentati Al vertice OPEC di Vienna sarebbero esclusi tre paesi dalla richiesta di un taglio alla produzione. Ma cresce lo scetticismo sulla capacità dell'Organizzazione di arrivare a un accordo.

Draghi varerà presto nuovi stimoli? Giù le attese d'inflazione per novembre

Draghi varerà presto nuovi Se l'inflazione nell'Eurozona dovesse scendere a novembre, il governatore della BCE, Mario Draghi, potrebbe cercare di premere sul board di dicembre per annunciare il varo di un QE europeo. Ma restano i dubbi sui tempi e sul consenso politico.

Petrolio, settimana decisiva per l'OPEC. Ma l'accordo sul taglio alla produzione non c'è

Petrolio, settimana decisiva per Si avvicina la data di giovedì, quando l'OPEC si riunirà per decidere se e quanto tagliare della produzione di petrolio. Ad oggi non pare che vi sia alcun accordo tra i paesi membri.

Draghi tuona ancora: riportare presto l'inflazione al 2%. Sarà scontro con la Germania sul QE

Draghi tuona ancora: riportare Da Francoforte, Mario Draghi torna a parlare della necessità di riportare al più presto l'inflazione nell'Eurozona al 2% e avverte: potrebbero servire nuovi stimoli monetari. Assicurato uno scontro con la Germania.

Petrolio a $65-80 al barile nei prossimi 4-5 anni? Ecco i probabili vincitori e vinti

Petrolio a $65-80 al Se veramente il prezzo del petrolio si attestasse tra i 65 e gli 80 dollari al barile nei prossimi 4-5 anni, come prevede un ex dirigente Eni, il pianeta potrebbe assistere a un forte cambiamento geopolitico, dettato dai vincitori e dai perdenti di questo nuovo corso.

Industria, giù ordini e fatturato a settembre. E la manifattura in Germania ristagna

Industria, giù ordini e In calo gli ordini e il fatturato dell'industria italiana a settembre, a causa del debole mercato estero. E il Pmi composito rallenta nell'Eurozona, mentre in Germania ristagna la manifattura e diminuisce anche la componente dei servizi.

Draghi teme la fine dell'euro e l'attacco all'Italia, ma non potrà fare molto per salvarci

Draghi teme la fine Il governatore della BCE, Mario Draghi, ha promesso che interverrà con un piano di "quantitative easing", nel caso lo stato dell'economia dell'Eurozona lo richieda, tradendo una forte preoccupazione per la sopravvivenza dell'euro, nonostante sia stato definito "irreversibile".

Petrolio, tutti ai piedi di Re Abdullah. E Putin ammette: siamo pronti alla catastrofe

Petrolio, tutti ai piedi Crescono le pressioni sull'Arabia Saudita, affinché si convinca a tagliare la produzione di greggio. Ma Riad pretende che lo facciano tutti. L'accordo non sembra vicino e le quotazioni del petrolio scendono ai minimi da 4 anni.