Elezioni

Silvio Berlusconi si ricandida alle Elezioni politiche del 2013

Patrizia Del Pidio
Aggiornato il 11 Luglio 2012, ore 12:34
8
COMMENTI
COMMENTA
LA NOTIZIA

Proprio quando sembrava che l'avventura politica di Silvio Berlusconi fosse terminata, ecco che spunta l'ipotesi che il Cavaliere possa candidarsi alle prossime elezioni politiche del 2013.

Silvio Berlusconi, dopo aver studiato i sondaggi, dopo aver esaminato per settimane i video della campagna elettorale di Beppe Grillo, dopo aver ricevuto migliaia di lettere da parte di elettori che lo rivorrebbero come Premier, vuole di nuovo essere protagonista della scena politica italiana.

Infatti i sondaggi che il Cavaliere ha attentamente studiato delineano per il PDL tre possibilità: solo con la candidatura di Angelino Alfano e l'esclusione totale di Berlusconi dal partito, i sondaggi danno il partito soltanto al 10%; se a candidarsi fosse Alfano ma con la presenza al suo fianco di Silvio Berlusconi la percentuale di alzerebbe fino al 18%; se invece a candidarsi come Premier fosse proprio lui, il Cavaliere, i sondaggi darebbero il Pdl al 30%, percentuale che farebbe in modo di far tornare il Pdl protagonista della scena politica italiana.

La cadidatura di Berlusconi

Quindi alla luce di quanto appreso dai sondaggi Silvio Berlusconi ha annunciato la sua candidatura a Premier alle elezioni politiche del 2013; il Cavaliere dice che non era sua intenzione candidarsi di nuovo, ma che i risultati dei sondaggi lo hanno spinto a prendere questa decisione insieme ai messaggi degli elettori che lo rivorrebbero alla guida del Paese.

Il primo passo, annuncia Berlusconi, sarò un rinnovamento del partito, a cominciare dal nome che sarà cambiato per tornare a qualcosa che riporti alla memoria il primo movimento che fondò, "Forza Italia"; inoltre il Cavaliere prevede di riprendere i rapporti con tutti i politici esteri con cui ha mantenuto i contatti; altra cosa importante che propone è una squadra di quarantenni, di gente capace e la ricerca di nuovi candidati che possano in qualche modo prendere voti e fiducia nel territorio in cui si candidano.

Ovviamente il Cavaliere punta anche a tornare ad essere il segretario del partito, togliendo il palcoscenico ad Angelino Alfano subito dopo che saranno stati chiusi tutti i processi che lo vedono coinvolto; il gesto di Silvio Berlusconi, a suo avviso, è nobile, poichè la sua candidatura è volta a dare di nuovo ottimismo ad un Paese, l'Italia appunto, che sta attraversando una fase di crisi e di sfiducia.

ARGOMENTI:   Politica,  Silvio Berlusconi si candida, Silvio Berlusconi, candidatura di Berlusconi, elezioni politiche 2013,
8 COMMENTI
8 COMMENTI
  1. Carolus 11 luglio 2012

    Che piaccia o no, Berlusconi è il solo uomo politico con le caratteristiche del leader.
    Caratteristiche che mancano del tutto ai Bersani, Di Pietro, Vendola e Casini,
    Ignoriamo naturalmente le mezze tacche come Bindi, Finocchiaro e soci per non parlare di gente come Fini o Bocchino che non verranno nemmeno rieletti.
    Guarda caso, Monti sta seguendo, con qualche svirgolata, il programma di governo di B. che aveva capito due aspetti importanti del problema Italia:
    -revisione profonda dei poteri della Magistratura.
    -taglio delle continue ingerenze dei sindacati che sfornano numeri di tessere la maggior parte delle quali NON appartengono a lavoratori ma a pensionati e i cui numeri non sono verificati da nessuno.

  2. Raff 11 luglio 2012

    :( :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad:

  3. Mauro Nascimbene 11 luglio 2012

    peccato solo che il programma di berlusconi fosse attuare queste riforme per suoi esclusivi interessi e non nell’interesse dell’Italia, cosa che dovrebbe fare un presidente del consiglio

  4. Mauro Nascimbene 11 luglio 2012

    se succede inizieranno le migrazioni dall'italia al nord africa

    1. Patrizia Del Pidio 12 luglio 2012

      Ho sentito anche di chi progetta di sparire a Panama…per quanto mi riguarda pensavo ai paesi del nord, possibilmente quelli fuori della Eurozona

  5. Pantalone 11 luglio 2012

    L’unico serio e capace che ha fatto proposte a favore della collettivita’ e’ di Pietro, fermo restando che Grillo dice cose giuste anche se non puo’ fare il politico. Gli altri fanno solo venire il vomito da qualunque parte mi rigiro . Non e’ bastato tutto questo malgoverno ? Vogliamo ancora farci del male ? A sto punto tanto vale non andare a sprecare tempo alle urne ma farsi una bella passeggiata !

  6. Bob 11 luglio 2012

    Ognuno è libero di fare ciò che vuole e ciò che più gli aggrada , specie quando si hanno hanno ha disposizione fortune “accumulate” !
    Personalmente gli auguro però di spendere meglio resto del tempo che gli rimane ! Non la Politica è lenta e non si addice ad uomo pieno d’energie e di idee fantastiche come quella di allestire festini in ogni angolo in cui decide di dimorare !

  7. marco 11 dicembre 2012

    solo in un paese di merda come l Italia un condannato alla pena del carcere si candida alla guida del Paese! berlusca un gran Vaffanculo dala Spagna!!

SULLO STESSO TEMA
DAL RESTO DEL SITO