Lunedì 20 Ottobre 2014 , Ore 4:25
 
 

Silvio Berlusconi si ricandida alle Elezioni politiche del 2013

Proprio quando sembrava che l'avventura politica di Silvio Berlusconi fosse terminata, ecco che spunta l'ipotesi che il Cavaliere possa candidarsi alle prossime elezioni politiche del 2013.

Silvio Berlusconi, dopo aver studiato i sondaggi, dopo aver esaminato per settimane i video della campagna elettorale di Beppe Grillo, dopo aver ricevuto migliaia di lettere da parte di elettori che lo rivorrebbero come Premier, vuole di nuovo essere protagonista della scena politica italiana.

Infatti i sondaggi che il Cavaliere ha attentamente studiato delineano per il PDL tre possibilità: solo con la candidatura di Angelino Alfano e l’esclusione totale di Berlusconi dal partito, i sondaggi danno il partito soltanto al 10%; se a candidarsi fosse Alfano ma con la presenza al suo fianco di Silvio Berlusconi la percentuale di alzerebbe fino al 18%; se invece a candidarsi come Premier fosse proprio lui, il Cavaliere, i sondaggi darebbero il Pdl al 30%, percentuale che farebbe in modo di far tornare il Pdl protagonista della scena politica italiana.

 

La cadidatura di Berlusconi

Quindi alla luce di quanto appreso dai sondaggi Silvio Berlusconi ha annunciato la sua candidatura a Premier alle elezioni politiche del 2013; il Cavaliere dice che non era sua intenzione candidarsi di nuovo, ma che i risultati dei sondaggi lo hanno spinto a prendere questa decisione insieme ai messaggi degli elettori che lo rivorrebbero alla guida del Paese.

Il primo passo, annuncia Berlusconi, sarò un rinnovamento del partito, a cominciare dal nome che sarà cambiato per tornare a qualcosa che riporti alla memoria il primo movimento che fondò, “Forza Italia”; inoltre il Cavaliere prevede di riprendere i rapporti con tutti i politici esteri con cui ha mantenuto i contatti; altra cosa importante che propone è una squadra di quarantenni, di gente capace e la ricerca di nuovi candidati che possano in qualche modo prendere voti e fiducia nel territorio in cui si candidano.

Ovviamente il Cavaliere punta anche a tornare ad essere il segretario del partito, togliendo il palcoscenico ad Angelino Alfano subito dopo che saranno stati chiusi tutti i processi che lo vedono coinvolto; il gesto di Silvio Berlusconi, a suo avviso, è nobile, poichè la sua candidatura è volta a dare di nuovo ottimismo ad un Paese, l’Italia appunto, che sta attraversando una fase di crisi e di sfiducia.

 

8 Commenti

8 Commenti