Scioperi

Sciopero generale 9 dicembre 2013: l'Italia si ferma? Ecco di cosa si tratta

Alessandra De Angelis
Aggiornato il 25 Novembre 2013, ore 11:31
45
COMMENTI
COMMENTA
LA NOTIZIA
rivoluzione in Italia

Grande mobilitazione online per la protesta in programma dal 9 dicembre 2013. Obiettivo: bloccare l'Italia.

E’ stata lanciata su Facebook l’iniziativa di unmaxi sciopero generale per paralizzare l’Italia il prossimo 9 dicembre 2013. La proposta parte da diverse organizzazioni, tra le quali il Movimento Forconi, il Movimento autonomo autotrasportatori e il Co.Spa.

Obiettivo: bloccare tutti i valichi di frontiera, porti, aeroporti, pompe di benzina, raffinerie, panifici, rivendite di bombole, strade e autostrade; lasciare passare solo le ambulanze per non creare disagio negli ospedali. Una protesta contro la classe politica: si chiede a tutta l’Italia “che produce” di fermarsi a partire dal 9 dicembre e per almeno tre settimane. Ma sono invitati a scendere in piazza anche disoccupati, precari, studenti e tutti coloro che vogliono dire basta alla distruzione del Paese.

Nel manifesto si legge: “ci hanno accompagnati alla fame, hanno distrutto l’identità di un paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni. Per questo ribellarsi contro tali ingiustizie è un dovere di tutti noi!” poi sotto la citazione di Pertini“Quando un governo non fa ciò che dice il popolo, va cacciato anche con mazze e pietre” (diceva Sandro Pertini...).

LEGGI ANCHE - Sciopero Tir 9 - 13 dicembre 2013: tutti i dettagli. Trasporti nel caos?

Rivoluzione popolare 9 dicembre 2013: commenti e adesioni

Online molti commenti e anche parecchie perplessità: c’è chi è convinto che si tratterà dell’ennesima protesta morta sul nascere. In molti lamentano la mancanza di un’organizzazione capillare, con informazioni precise su luoghi e orari. Si lamenta anche la mancanza di un programma ben delineato: ok il blocco ma per quali fini? Cosa si vuole ottenere concretamente?

Ma sono tante anche le adesioni allo sciopero ad oltranza (ribattezzato anche “la marcia della dignità”): i gruppi più attivi si registrano in Sardegna anche se ovviamente il blocco delle strade nell’isola deve tener conto della situazione di emergenza post alluvione posto che quella resta la priorità. Su Facebook è un vero tam tam ma si ribadisce nelle pagine e nei gruppi che dal 9 dicembre la partecipazione è nelle strade: non è ammessa indignazione virtuale.

[IOGALLERY ID=346]

ARGOMENTI:  9 dicembre sciopero,   Notizie,  sciopero generale 9 dicembre,
45 COMMENTI
45 COMMENTI
  1. Dani dady 6 dicembre 2013

    vergognati.pagherei il tuo menefreghismo. e poi piglia sotto un tir,perchè le strade le bloccano quelli. tranquilla che a breve anche tu piglierai qualcosa da qualche parte.

  2. Stefano Minoli 9 dicembre 2013

    Grande Sabrina io sto con te… Adesso la gente che ha lavoro deve smettere di produrre per solidarietà, per poi mogliorare la situazione di questo paese… Giusto bloccare un intero paese per giorni… Settimane… Mesi…. Migliorerà l’economia e voi, disoccupati, grazie al vostro sciopero, all’improvviso troverete lavoro. Io sono imprenditore e do lavoro a italiani. Domani devo viaggiare 300km per lavoro perché ho delle tempistiche di produzione ben precise. Quindi voi mi bloccate la strada, io non arrivo dove devo arrivare, la produzione salta, e di conseguenza non solo perdo tanti soldi miei, ma il lavoro che fornisco non c’è più. Quindi, egoisti siete voi, non noi. Idioti.

  3. Lucrezia Peste 10 dicembre 2013

    allora annega nei tuoi soldi capra ignorante. non hai capito proprio un cazzo della situazione in cui si trova l’italia. IDIOTA PATENTATO.

  4. Lucrezia Peste 10 dicembre 2013

    allora ho capito che ci sono varie situazioni e non tutti possono aderire allo sciopero per motivi vari. Consiglio allora a chi non può proprio scioperare, di RALLENTARE la produzione. Prendete le cose con calma adesso… proprio come fanno i politici. Fate 1 sola cosa delle 10 che potreste fare a lavoro. Sempre se vi è possibile. Dobbiamo riprendere in mano questo paese, e per farlo dobbiamo fermarci. NON SIAMO PECORE… VI PREGO!

  5. Franco Frigerio 12 dicembre 2013

    MA QUANDO C’ERA BERLUSCONI, 1 ANNO FA, GLI ANDAVA TUTTO BENE?
    NON SI RICORDANO I FORCONI CHE L’HANNO ANCHE VOTATO!
    OCIO RAGAZZI CHE I FORCONI HANNO IL TATUAGGIO SUL BRACCIO DESTRO DI BENITO MUSSOLINI, OCIO!!
    CIAO E UNA BUONA NOTTE
    FRANCO

Commenta l'articolo

*

SULLO STESSO TEMA
DAL RESTO DEL SITO