Giovedì 23 Ottobre 2014 , Ore 5:10
 
 

Concorso scuola 2012: sarà annullato dalla Corte Costituzionale?

La Corte di Cassazione potrebbe bocciare il concorso della scuola a causa della violazione di norme giuridiche.

Al di là del fatto che, il concorso voluto dal Ministro Francesco Profumo ha sollevato un vespaio di polemiche per coloro che sono rimasti con l’amaro in bocca per la mancata possibilità di partecipazione, c’è da prendere in considerazione anche l’aspetto giuridico del concorso.

Per prima cosa all’inizio il concorso poneva come età massima dei partecipanti quella dei 40 anni, un limite che è stato  abrogato dal 1997 per tutti i concorsi pubblici, quindi limitante e anche discriminante.

Un’altra esclusione discriminante del concorso è quella di non permettere la partecipazione dei laureati dopo il 2002/2003 ed anche degli insegnanti già in ruolo che però avrebbero i titoli per partecipare ad altre classi di concorso, un criterio sicuramente poco corretto e di difficile comprensione.

Risulta, a quanto pare, poco corretta anche la prova preselettiva che è uguale per coloro che si candidano per la classe di concorso per insegnare italiano, o per insegnare matematica o per insegnare inglese dovranno sostenere la stessa prova estratta da una batteria di 3500 quesiti.

Quello che ci si chiede è qual è l’utilità di questo concorso visto che la scuola ha migliaia di insegnanti abilitati che dall’ultimo concorso, quello del 1999, aspettano ancora di avere una cattedra.

Inoltre i programmi riportati nel bando di concorso sono gli stessi del concorso del 1999; probabilmente questo concorso porterà un grandissimo numero di ricorsi e molti sindacati annunciano aspre battaglie contro il Miur; quello che preoccupa è che probabilmente porterà a una bocciatura da parte della Corte Costituzionale per la violazione di norme giuridiche.

Se la bocciatura arriverà dopo l’espletamento delle pratiche concorsuali causerà ulteriori ricorsi.

 

5 Commenti
 

5 Commenti


    • Sito Web