Mercoledì 23 Aprile 2014 , Ore 22:06
 
 

Concorso scuola 2012, graduatorie ad esaurimento e classi di concorso

Il Ministro Profumo da qualche chiarimento in merito al concorso della scuola il cui bando uscirà il 24 settembre.

Il concorso per la scuola 2012 sta diventando davvero un dilemma per tutti i docenti precari che sono in fremente attesa di affrontarlo anche e soprattutto per la scarsità di notizie che sull’argomento sono state date.

Infatti, a parte il comunicato stampa del Ministero, non ci sono notizie ufficiali che possano chiarire le idee a coloro che sono interessati al concorso per la scuola, ma solo tante notizie, spesso prive di fondamento.

 

Classi di concorso insegnanti

Il Ministro Profumo chiarisce in una dichiarazione all’ANSA che i posti che saranno assegnati con il bando di concorso riguarderanno le classi che non hanno più personale in graduatoria.

Il Ministro aggiunge che ”In questi giorni si sta procedendo ad una sorta di ‘mappatura’  e probabilmente il concorso riguarderà 17 macro-classi” senza però chiarire a cosa si riferisca parlando di macro-classi; se con tale termine si intendono le aree disciplinari, che sono in tutto 20, allora già sappiamo che dal bando di concorso resteranno escluse 3 aree disciplinari, ma neanche di questo si ha certezza, poichè non si sa a cosa si riferisse il Ministro.

 

Graduatorie ad esaurimento non saranno cancellate

Dopo l’intervista rilasciata lo scorso sabato dal Ministro Profumo al quotidiano Repubblica in cui dichiarava che le graduatorie sarebbero state svuotate e che le cattedre sarebbero state assegnate solo attraverso concorsi, si è creato il panico tra i precari.

Non si è capito bene se le parole che si sono rincorse sul web siano stato frutto di un errore casuale e involontario del Ministro o se la cosa sia stata voluta per creare scalpore, ma tant’è che il titolo ”Scuola, addio alle graduatorie d’ora in poi in cattedra solo per concorso” ha creato un rimbalzare di notizie funeste che ha generato il caos.

Tra l’altro nell’articolo era spiegato chiaramente quel che il ministro intendeva, e cioè non la cancellazione delle attuali graduali graduatorie ma il loro esaurimento.

Proprio per questo polverone creato da chi, ha forse voluto creare un caso soltanto dal titolo di un articolo senza darsi la pena di leggerlo, il Ministro ha dovuto spiegare che  ”le attuali graduatorie dei precari della scuola non si toccano: non saranno cancellate e verranno man mano esaurite. Si svuoteranno man mano perché il 50% dei posti sarà coperto attingendo da lì e un altro 50% attraverso il concorso”.

“Ma  una volta svuotate, non ci saranno più graduatorie derivanti dai concorsi ma solo concorsi che avranno un numero di vincitori pari ai posti a disposizione” chiarisce fino in fondo il ministro Profumo.

 

 

 

 

 

 

1 Commento
 
 

1 Commento


  • Sito Web